Unicoop Firenze e l'educazione tra ambiente e il rispetto: ecco 'Ecooperare'

coop_ecooperare_ambiente_unicoop_2019_01_10

Negli ultimi decenni, l’instabile equilibrio su cui si è giocata la relazione uomo-natura è sempre più minacciato dalla spinta delle crescenti capacità di trasformazione e di cambiamento che l’uomo esercita sull’ambiente. Ecooperare, alla scoperta dell’ecologia quotidiana è la proposta educativa sviluppata da Unicoop Firenze per portare i più giovani a conoscere da vicino, attraverso esempi di scelte quotidiane e buone pratiche, l’importanza di rispettare e conservare al meglio l’ambiente che ci circonda.

Attraverso un percorso di scoperta i bambini e le bambine cercheranno risposte sostenibili al problema dei costi ambientali e sociali della produzione di rifiuti e degli sprechi di acqua, energia e cibo, comprendendo come ognuno di noi possa fare la propria parte per preservare il nostro Pianeta e quindi anche il nostro ben-essere.

La proposte educativa di Ecooperare è stata presentata questa mattina al Centro*Ponteagreve da Claudio Vanni, responsabile relazioni esterne, e Elisabetta Bruni, responsabile proposte educative Unicoop Firenze.

Il percorso di Ecooperare, della durata di due ore, si rivolge alle classi terza, quarta e quinta della scuola primaria.

La prima parte, con il supporto di strumenti interattivi e multimediali, sarà dedicata a portare informazioni e elementi di conoscenza che diventeranno oggetto di ricerca all’interno del supermercato nella seconda parte. Il supermercato sarà così il luogo d’incontro dei bambini con i temi, i valori e i protagonisti del quotidiano. Una caccia al tesoro sulle diverse etichette, una spesa simulata e brevi interviste ai clienti permetteranno di sondare la reale sensibilità alle tematiche ambientali e di facilitare uno scambio di buone pratiche a favore dell’ambiente. Al termine dell’esperienza, i più piccoli avranno in regalo una cartolina con un consiglio sostenibile, che potrà riguardare uno dei temi affrontati nella guida illustrata da Marco Dambrosio, in arte Makkox.

Nel dettaglio, all’interno del laboratorio interattivo si propone l’esplorazione della filiera di un vasetto di yogurt e così, attraverso la storia del ciclo di vita di un prodotto, si affrontano i temi di spreco, risorse, rifiuti, raccolta differenziata valutandone concretamente le conseguenze e cercando di capire come poter agire positivamente come consumatori.

Per conoscere meglio l’impatto del nostro stile di vita sul pianeta gli educatori introdurranno il concetto di impronta ecologica e esploreranno, attraverso il gioco del Littering, le conoscenze che i bambini hanno su aspetti quali: corretto smaltimento dei rifiuti, riconoscimento dei materiali degli imballaggi attraverso la lettura delle etichette, fonti di produzione di CO2. Al termine del percorso con il gioco Bad Karma e Good Karma i bambini saranno in grado di scegliere soluzioni ai vari problemi ambientali causati dall’uomo, scoprendo così che anche quei piccoli gesti rappresentano un grande aiuto per il futuro del nostro Pianeta.

“L’educazione ambientale rientra fra i temi che da sempre ci distinguono. Accrescere la cultura ambientale è il nostro obiettivo - afferma Elisabetta Bruni, responsabile proposte educative Unicoop Firenze – Il percorso educativo, Ecooperare, Alla scoperta dell’ecologia quotidiana  offre ai ragazzi  l’occasione per comprendere  quanto “pesano” le nostre scelte quotidiane sulla salute del pianeta e riflettere sull’importanza di fare ciascuno la propria parte agendo e diffondendo buone pratiche di sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Prendersi cura dell’ambiente, rispettare l’ambiente significa in pratica agire per il ben-essere di tutti noi e delle generazioni future.”

Il corner dell’ecologia quotidiana tutti i pomeriggi sarà accessibile a tutti i bambini. Ai genitori verrà consegnato un pieghevole con domande e risposte sui comportamenti più corretti per salvaguardare la salute del pianeta Terra. Dalla raccolta differenziata alla filiera del riciclo, dal consumo sostenibile a tavola al risparmio energetico fino alla mobilità verde, la guida all’ecologia quotidiana e i materiali da essa derivati toccano tutti gli ambiti del nostro vivere quotidiano, aiutandoci a scegliere comportamenti virtuosi ed evitare quelli inquinanti. Nei prossimi pomeriggi al Centro*Ponteagreve sarà presente anche Alia con un punto informativo dedicato a raccolta differenziata, riciclo di materia e buone pratiche ambientali - maggiori informazioni sul portale di Alia,https://bit.ly/2H3qpvI

La prima guida partecipata all’ecologia quotidiana

La prima guida partecipata all’ecologia è stata scritta, sotto la supervisione scientifica di Legambiente, a quattromila mani, quelle dei toscani che a inizio 2018 hanno risposto ad un questionario sulla sensibilità ambientale e in parte partecipato ai quasi quaranta incontri nelle sezioni soci in cui il questionario è stato ideato, presentato, compilato e poi restituito.

Dai risultati del questionario è scaturito l’indice della guida, che è stata distribuita con l’Informatore di gennaio 2019 e sarà disponibile ai box informazioni dei punti vendita Unicoop Firenze. Alla guida si accompagna uno strumento online che è il sito www.ecologiaquotidiana.it con aggiornamenti, notizie, consigli sostenibili. Dal sito si accede inoltre al gioco online Karma e Gioca, unacorsa infinita verso la sostenibilità. I protagonisti sono i due personaggi usciti dalla matita di Makkox Ugo il Gufo Druido e Sergio il Gabbiano Lercio, i premi sono i consigli sostenibili. Semplici, ma indispensabili per avere good karma. Giocare per credere.

Questo il calendario degli appuntamenti con l’Ecologia quotidiana ai Coop.Fi :

Centro*PonteaGreve - dal 7  al 19 gennaio

CoopFi Montevarchi - dal 21 gennaio  al 2 febbraio

Coop.Fi  Lucca viale Puccini - dal 4 al 9 febbraio

Centro dei Borghi - dal 11 al 16 febbraio

Centro*Empoli - dal 18 al 23 febbraio

Centro*Sesto - dal 25 febbraio al 2 marzo

Centro*Agliana  - dal 4 al 9 marzo

Parco*Prato  - dal 11 al 23 marzo

Centro*Siena - dal 25 marzo al 6 aprile

Fonte: Unicoop Firenze - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina