Alessio Figalli a Pisa per un meeting a lui dedicato

(foto da Facebook)
(foto da Facebook)

La medaglia Fields 2018 Alessio Figalli torna a Pisa per 4 giornate di studio dedicate alla sua carriera. Da lunedì 14 fino a giovedì 17 gennaio alcuni dei più importanti matematici a livello internazionale terranno una relazione scientifica per ricordare i temi che hanno caratterizzato la formazione e l’attività di ricerca del prof. Figalli, ordinario di Matematica al Politecnico di Zurigo, dal 2002 al 2007 allievo del corso ordinario e del corso di Perfezionamento della Scuola Normale. È la prima volta che Alessio Figalli viene festeggiato nella città che lo ha visto formarsi come studente universitario, alla Scuola Normale sotto la tutela del prof. Luigi Ambrosio e all’Università d Pisa.

In particolare lunedì mattina, nella Sala Azzurra del Palazzo della Carovana, si terranno le relazioni di Guido De Philippis (Sissa di Trieste) e Aldo Pratelli (Università di Pisa); mentre il pomeriggio, nell’Aula Pontecorvo presso il Polo Fibonacci, sarà la volta di Robert McCann (University of Toronto) e Francesco Maggi (University of Texas, Austin). Nei giorni successivi si prevedono gli interventi di Camillo De Lellis (Institute for Advanced Study, Princeton), José Antonio Carrillo (Imperial College, London), Ludovic Rifford (Université Nice Sophia Antipolis); Albert Fathi (Georgia Tech), Nicola Gigli (Sissa di Trieste) Juan Luiz Vazquez (Universidad AutonÓma Madrid), Antonio Corbo (Università di Cassino), Giovanni Alberti (Università di Pisa).

Il meeting, organizzato dal Centro di ricerca interuniversitario Ennio De Giorgi in collaborazione con l’Unione matematica italiana, prevede nel complesso, 14 interventi scientifici, compreso quello dello stesso Figalli atteso per la giornata di lunedì 14, più alcuni contributi video che ripercorreranno la carriera del giovane scienziato, che compirà 34 anni il prossimo aprile (tra gli sponsor dell’iniziativa anche Unicredit).

Alessio Figalli ha ricevuto lo scorso agosto la Medaglia Fields, considerata alla stregua di un premio Nobel, per i propri studi nell’Analisi matematica, in particolare nel campo del trasporto ottimale, dello studio delle equazioni di Eulero dei fluidi incompressibili, delle disuguaglianze geometriche e funzionali, dei problemi di trasporto e di frontiera libera. Figalli, autore di oltre 140 lavori di ricerca pubblicati sulle maggiori riviste internazionali, ha già ricevuto moltissimi riconoscimenti nel corso della sua carriera, tra i quali il Premio Feltrinelli Giovani dell’Accademia Nazionale dei Lincei (2017), l’O’Donnel Award in Science conferito dall’Accademia di Medicina, Ingegneria e Scienza del Texas (2016), la Stampacchia Gold Medal (2015).

Ora torna nella città in cui ha iniziato la propria carriera, prima come studente universitario (nell’agosto 2012 arrivò da Roma per provare l’esame di ingresso alla Scuola Normale, classificandosi 11°) e poi come dottorando (primo nel concorso per PhD), dimostrando successivamente di essere legato in maniera profonda alle persone e all’ambiente che ha trovato alla Normale e all’Università di Pisa.

Fonte: Ufficio stampa

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina