Nuova convenzione per l'Educandato della Santissima Annunziata


I termini dell'accordo illustrati nel Consiglio della Città Metropolitana di Firenze Educandato della Santissima Annunziata, nel Piazzale del Poggio Imperiale a Firenze. Il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze, su proposta della consigliera delegata al Patrimonio Benedetta Albanese, ha dato mandato alla Direzione Patrimonio dell'ente di concordare una convenzione con la quale l'Educandato si assume la gestione e la manutenzione ordinaria e straordinaria di tutto il compendio della 'Villa di Poggio Imperiale', comprese le aree già oggetto di concessione alla Provincia e ora alla Metrocittà, facendosi carico dei relativi oneri anche finanziari. Alla Città metropolitana competerà la sola manutenzione ordinaria degli spazi ad uso scolastico e quota parte delle spese per la fornitura dell'acqua, dell'energia elettrica e del riscaldamento, per lo spurgo dei pozzi neri nonché per le forniture degli altri servizi comuni, da determinarsi sulla base di tabelle millesimali. Gli accordi attuali tra Educandato e Città metropolitana prevedono che la manutenzione straordinaria, gli interventi di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia sono da effettuarsi a cura e spese dei due enti, ciascuno per la porzione di competenza e precisamente nella misura del 49,4%da parte della Città Metropolitana e del 50,6% da parte dell'Educandato. "L'attuale Consiglio di Amministrazione dell'Educandato, a fronte anche di risorse assegnate dal Mibact e anche reperite tramite elargizioni di terzi - ha spiegato Albanese - ha individuato una serie di interventi necessari per garantire la sicurezza anche sismica, la funzionalità e la salvaguardia del Complesso monumentale, che è patrimonio mondiale dell'Umanità tutelato dall'Unesco". La rimodulazione dell'accordo con l'Educandato dovrebbe consentire un'ulteriore valorizzazione dell'immobile.

Fonte: Città Metropolitana di Firenze

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina