È morto il musicista pisano Aldo Catarsi

thumbnail_aldo catarsi e moglie floriana

Il mondo della musica piange Aldo Catarsi, 91 anni, filarmonicista pisano che vanta circa 4000 brani pubblicati, molti dei quali utilizzati come colonne sonore per film e documentari. Il caso ha voluto che proprio domani il Comune di Vicopisano aveva organizzato un omaggio alla sua carriera. Il musicista è morto nella sera dell'11 gennaio a seguito di alcune complicazioni respiratorie. Lascia un figlio e la moglie Floriana Frassi.

Il cordoglio del sindaco di Vicopisano Juri Taglioli e l'Amministrazione Comunale

"La scomparsa improvvisa di Aldo Catarsi, ieri sera a 91 anni, ci riempie di dolore e ci stringiamo con affetto a sua moglie, a suo figlio e alla sua famiglia.  Vicopisano rende omaggio al Maestro Aldo Catarsi è la giornata di festa che avrebbe dovuto svolgersi domani, 13 gennaio, al Teatro di Via Verdi.  La festa non ci sarà, purtroppo, ma l'omaggio al talento e a una vita dedicata alla musica di questo illustre musicista capronese c'è e ci sarà, oggi, domani e sempre. Per questo ringraziamo PuntoRadioFM e l'Associazione Rocca'n'Roll che avevano coinvolto l'Amministrazione in questa giornata così attesa, bella, importante per la comunità. Ringraziamo Aldo e la famiglia che avevano detto subito sì, generosi come la vera arte, generosi come la musica. 

Il Maestro Catarsi era un fisarmonicista, nato a Pisa nel 1928, in carriera ha scritto e composto 3.983 brani, tra sottofondi per documentari, colonne sonore per film, canzoni... 

Era sposato con la sua Floriana da 56 anni e con lei viveva a Caprona. Nel 1983, al momento di andare in pensione, aveva fondato le Edizioni Musicali Catarsi, a testimonianza del fatto che non si può andare in pensione dalla musica e dal talento. Alla vita e alle opere del Maestro, autore anche dell'inno "Forza Pisa", è stato dedicato molto spazio nella recente pubblicazione di Carlo Raffaelli e Luca Doni (Eclettica edizioni). 

Ci mancherà il Maestro, ci mancherà l'amico, ci mancherà essere stati a un soffio dal poterlo festeggiare in un Teatro pieno di amici, familiari, cittadini... ma non dimenticheremo mai tutto quello che ci ha dato e che mentre scriviamo queste parole di commiato ci risuona nella testa.

Grazie Maestro e arrivederci... il nostro omaggio è comunque tutto per te. 
Condoglianze e un abbraccio colmo di affetto". 

 

 

 

 

 

 

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina