Balletto in onore di Rossini e gli anziani in coro al Teatro del Popolo

Rossini-Ouverture spellbound

Una settimana densa di appuntamenti al Teatro del Popolo di Castelfiorentino, tutti concentrati nel fine settimana.
Venerdì 18 gennaio alle 21.00 il palcoscenico castellano ospita uno delle più apprezzate compagnie di danza italiane Spellbound contemporary ballet che propone Rossini ouverture

La performance celebra la figura artistica e umana di Gioachino Rossini di cui, nel 2018, si sono festeggiati i 150 anni dalla morte. Gli interpreti: Alice Colombo, Caterina Politi, Fabio Cavallo, Giacomo Todeschi, Giovanni La Rocca, Giuliana Mele, Maria Cossu, Mario Laterza, Serena Zaccagnini.
Rossini ouverture è una creazione di Mauro Astolfi realizzata con il contributo del MiBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Comune di Pesaro & AMAT, che ha consacrato Spellbound Contemporary Ballet come una delle principali espressioni della danza made in Italy conquistando i primi posti dell’attenzione internazionale.

Sabato 19 gennaio sempre alle 21.00 sarà la volta del CoRe, progetto RsA Empolese Valdelsa, con Pinocchio: bella cosa se anche lo zucchero fosse una medicina!".

Il CoRe è un coro aperto alla partecipazione di tutte le persone residenti nelle strutture per anziani del circondario Empolese-Valdelsa, e anche ai volontari e agli operatori che ci lavorano. Obiettivi del CoRe sono prima di tutto il divertimento e la gratificazione dei partecipanti; ma anche la riattivazione di capacità e desideri; la ridefinizione di un’identità personale e sociale riconosciuta degli anziani coinvolti; la loro partecipazione alla vita socio-culturale; un cambiamento nella percezione sociale delle persone anziane non-autosufficienti; la costruzione di nuove relazioni significative fra i partecipanti (anziani, familiari, operatori) e con la cittadinanza. Per questo è prevista la collaborazione con tutti gli enti e istituzioni culturali locali.

Gli spettacoli del CoRe sono scritti a partire dalle storie di vita degli anziani, raccontate a partire da un tema - l’amore, il lavoro, il viaggio, la guerra e accompagnate da canti popolari, arie d’opera e canzoni scelte e cantate sotto la guida di un maestro del coro. Quest'anno gli anziani del CoRe si confrontano con Pinocchio, un testo enciclopedico, divertente, spaventoso - o rivelatore, delle nostre paure e dei nostri desideri.

Ad ogni replica dello spettacolo ci concentriamo su un capitolo e un tema diverso, a gennaio, al teatro del Popolo, ci sembra l'occasione per chiedersi insieme se cantare, ballare, andare e fare teatro, oltre a farci divertire, ci aiutano anche a vivere meglio. L’ingresso a questo spettacolo è gratuito fino a esaurimento posti.

Domenica 20 gennaio alle 17.00 ecco Su il sipario! la rassegna amatissima dai bambini e dai genitori. Lo spettacolo in programma Buono come il lupo è una nuova produzione della compagnia Giallo Mare Minimal Teatro e vede protagonista l’istrionico Renzo Boldrini, insieme a Tommaso Novi, ex Gatti Mèzzi, e Tommaso Taddei, guidati dalla regia di Giovanni Guerreri. E’ consigliato a bambini dai 5 ai 10 anni.

Il protagonista dello spettacolo (ma non lo dite ai piccoli spettatori) anche se non sembra, è un lupo! Quando si apre il sipario questo lupo si presenta sotto mentite spoglie sembra più innocuo di un agnello, è accompagnato da un professore di musica che con le note del suo piano e dei suoi strumenti lo guida come una marionetta fecendolo danzare come uno strampalato ballerino e il più comico dei clowns per divertire con fantasiose gag il pubblico.
Una voce fuori campo incalza il lupo in incognito trascinandolo in luoghi e prove per indurlo a rivelare la sua vera identità, a rivelare la sua vera identità, stimolando i suoi appetiti da favola, la sua feroce fame da lupo. L’esca è la più appetitosa: una bambina dal cappuccetto rosso dalla quale il nostro lupo buono cerca in ogni modo di fuggire. Tutto ovviamente si concluderà con un inevitabile lieto fine dove ciascuno tornerà a svolgere il proprio ruolo perché al cuor non si comanda e mica tutti possono essere buoni come il pane…

E’ uno spettacolo di teatro musicale con una colonna sonora eseguita dal vivo da Tommaso Novi polistrumentista, cantante e maestro nell’arte del fischio con il quale riproduce una gamma incredibile di sonorità. Il programma di Su il sipario! prevede l’ultimo appuntamento domenica 27 gennaio con La regina delle nevi di Giallo Mare Minimal Teatro. Biglietto singolo spettacolo 5€.

Per i giovani under 30 in possesso della Carta giovani sconti del 10% su tutti i biglietti. Per gli studenti delle università in possesso della carta “Studente della Toscana” biglietto ridotto 8€. Riduzioni riservate agli under 30 con “Biglietto futuro”. Gli studenti delle scuole superiori di Castelfiorentino avranno un biglietto omaggio ogni 4 acquistati.

Riduzioni riservate agli under 26 e gli over 65 anni, a portatori di handicap o a soggetti con invalidità riconosciute. Per ottenere la riduzione occorre presentare opportuna documentazione. Le riduzioni non sono cumulabili.

La prevendita dei biglietti di tutti gli spettacoli della stagione è in corso presso la biglietteria del teatro tutti i martedì e giovedì (ore 17.00-19.00) e il sabato (ore 9.30-12.30 e 16.00-19.00). Prevendita aperta anche presso Giallo Mare Minimal Teatro (via Paolo Veronese 10- Empoli tel 0571/81629-83758) dal lunedì al venerdì orario 9-13 e 14-18 e aperture su appuntamento. Diritti di prevendita 1€.

Il programma della stagione e tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.teatrocastelfiorentino.it e sulla pagina Facebook Teatro Del Popolo Castelfiorentino. Per informazioni Teatro del Popolo 0571 633482 e Giallo Mare Minimal Teatro 0571 81629-83758, info@giallomare.it.

Fonte: Giallo Mare Minimal Teatro

Tutte le notizie di Castelfiorentino

<< Indietro
torna a inizio pagina