Use Computer Gross, il punto di Giarelli: "Ero titubante, ma siamo migliorati"

giarelli_gabriele_use_computer_gross_empoli_2019_01_15_

Gabriele Giarelli come lo vedi in campo così è fuori: poche parole, idee chiare, zero fronzoli, tanta sostanza. Il giocatore classe 1993, alla sua seconda stagione in biancorosso, sta disputando l'ennesimo campionato ad altissimi livelli ma, quando gli fai notare i suoi 17 punti di media a partita, tira fuori un altro lato del suo carattere che lo rende perfetto per la realtà Use, ovvero la modestia. "L'importante è la squadra - attacca - io ai miei numeri non faccio caso più di tanto, se non perché servono a farci vincere le partite. Per me l'unica cosa che conta è prendere i due punti".

Anche sabato con Valsesia, in una gara tutt'altro che facile, è stato così. Il suo contributo non è come sempre mancato per portare a casa un successo che è molto importante. "Mi aspettavo una partita dura - prosegue - che magari poteva essere brutta come in effetti è stata ma, mai come stavolta, era importante vincerla visto che si tratta di una diretta concorrente che avevamo già battuto a casa sua. Loro nel finale sono stati bravi a farci dei canestri difficili e quindi nel finale ci siamo un po' guardati in faccia fra di noi e siamo riusciti a tenere botta portando a casa il successo".

Il momento decisivo? "Noi per fare un break abbiamo bisogno di alzare l'intensità difensiva e, a metà dell'ultimo parziale, siamo riusciti a farlo scavando quel margine che poi siamo stati bravi a mantenere fino in fondo nonostante il loro tentativo di rimonta". Una vittoria che cambia le prospettive di classifica? "Ora è presto per parlarne. Nell'ultimo periodo siamo migliorati rispetto all'inizio di stagione che era stato un po' titubante e per questo pensiamo solo a lavorare in palestra senza guardare ad altro. Poi vedremo".

Fonte: Use - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Basket

<< Indietro
torna a inizio pagina