Premio Levriero a Ugo Brilli, passa la proposta di Gandola e Quercioli

brilli_premio_levriero_campi_2019_01_18

Ugo Brilli, l’unico sopravvissuto italiano in un campo di lavoro della Germania nazista, sarà insignito del “Premio Levriero – Città di Campi Bisenzio”. L’onorificenza sarà consegnata durante il Consiglio comunale di Martedì 29 Gennaio. Una straordinaria occasione per commemorare l’anniversario della liberazione dei campi di concentramento nazisti.

A presentare la richiesta di conferimento del premio, sono stati, nelle settimane scorse, Paolo Gandola, Capogruppo di Forza Italia a Campi e Serena Quercioli, capogruppo di Liberi di Cambiare e la proposta è stata subito accolta con entusiasmo da tutti i gruppi consiliari.

Ugo Brilli, in procinto di festeggiare novantasette anni, è residente a Campi Bisenzio da oltre sessanta anni, ed è l’unico sopravvissuto di un campo di concentramento e lavoro nazista situato a Berlino in cui furono internati circa 700 soldati italiani, resi prigionieri dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943. Proprio questo dettaglio dà maggiore valore alla sua storia essendo l’unico testimone ancora in grado di raccontare i vari dettagli di quella abominevole vicenda, gli orrori vissuti nei due anni di detenzione e l’incredulità con la quale, per puro caso, si salvò da un bombardamento.

"Pienamente soddisfatto" si dichiara  Paolo Gandola primo firmatario della richiesta sottoscritta anche dalla collega Quercioli. "Ugo Brilli è una persona straordinaria che è sopravvissuta ad una delle peggiori atrocità che il genere umano abbia perpetrato contro i propri simili, è un grande protagonista che meritava di essere adeguatamente insignito anche dal Comune di Campi dopo i tanti riconoscimenti che già gli sono stati attestati."

Fonte: Ufficio stampa

Tutte le notizie di Campi Bisenzio

<< Indietro
torna a inizio pagina