Testimoniò il falso contro il Comune di Santa Croce, nei guai 28enne

Una 28enne è stata condannata per tentata truffa ai danni del Comune di Santa Croce sull'Arno. S.C., giovane di origini empolesi, dichiarò il falso in merito a una caduta di un'altra donna in una buca di una strada a Santa Croce. La parte offesa chiese al Comune 2.600 euro come risarcimento, peccato solo che la caduta non fosse mai avvenuta.

Come riporta La Nazione, la cassazione ha mandato definitiva la pena per la 28enne per via della sua falsa dichiarazione scritta. Nonostante la difesa di S.C. abbia mostrato che non c'era la volontà di truffare l'ente - e che non c'era un accordo finalizzato con la coimputata - i giudici hanno evidenziato come la dichiarazione abbia costituito una componente importante della macchinazione.

Tutte le notizie di Santa Croce sull'Arno

<< Indietro
torna a inizio pagina