Pronto soccorso Siena, attivato piano per iperafflusso: 500 accessi in 3 giorni

Le Scotte, ospedale pronto soccorso
Le Scotte, ospedale pronto soccorso

E’ stato attivato al policlinico Santa Maria alle Scotte il piano per l’iperafflusso dei pazienti in Pronto Soccorso, come previsto dalle indicazioni regionali in caso di incremento straordinario degli accessi dei pazienti e di una maggiore permanenza all’interno del DEA-Dipartimento Emergenza e Accettazione. Negli ultimi tre giorni ci sono stati circa 500 pazienti che si sono rivolti al Pronto Soccorso e, di questi, circa 90 hanno avuto la necessità di essere ricoverati. Tra le principali problematiche: complicanze respiratorie, malattie croniche, traumi e necessità legate ai pazienti più anziani. «Abbiamo rimodulato l’organizzazione dei ricoveri - spiega Roberto Gusinu, direttore sanitario dell’Aou Senese - con un temporaneo blocco dei ricoveri programmati in area medica. Tutti gli accessi in Pronto Soccorso sono costantemente monitorati, per garantire la piena presa in carico delle esigenze di salute dei cittadini. In particolare - prosegue Gusinu - il piano prevede un aumento dei professionisti a lavoro e un incremento dei posti letto flessibili per garantire i ricoveri. Abbiamo attivato il piano – conclude il direttore sanitario – anche per far fronte alle aumentate esigenze della popolazione, legate al picco della sindrome influenzale, che inizia proprio in questo periodo». L’Azienda ospedaliero-universitaria Senese consiglia di rivolgersi al Pronto Soccorso solo in caso di reale necessità e per situazioni cliniche particolarmente impegnative, considerando l’attuale incremento di afflusso legato alla sindrome influenzale.

Fonte: Aou Senese

Tutte le notizie di Siena

<< Indietro
torna a inizio pagina