Primarie Pd: Maurizio Martina a Pisa al Circolo Arci Pisanova

Mercoledì 30 alle 18:30 Maurizio Martina sarà presente a Pisa al Circolo Arci Pisanova per incontrare il popolo del PD.

Martina illustrerà il suo programma e le idee per la sua corsa a segretario Nazionale del PD con le primarie aperte del prossimo 3 Marzo come candidato più giovane alla segreteria ma con già molta esperienza politica alle spalle*

La fase politica che stiamo vivendo ha bisogno di una rinnovata e forte partecipazione dei cittadini. Il PD, con le sue primarie aperte e attraverso un’azione ora più netta e rinnovata di opposizione a questo governo, si sta quotidianamente aprendo alla partecipazione e vive e affronta, giorno per giorno, i problemi vivi del Paese.

La proposta di Maurizio Martina è quella di un PD con un radicamento più forte sul territorio, di un partito senza nostalgie, capace di correggere gli errori, ma anche di valorizzare le cose positive realizzate per il Paese. Un partito che porti avanti un robusto percorso di innovazione sulla propria organizzazione, sulle politiche proposte e sul fronte della partecipazione

Insieme a Maurizio, vorremmo costruire un partito dal riformismo radicale, in particolare sui temi più sentiti dai più deboli e da chi ha a cuore le sorti progressive del Paese: ridistribuzione delle ricchezze, lavoro, ambiente, saperi.

In città stiamo vivendo dinamiche molti simili a quelle del Paese: non si affrontano i problemi reali, preferendosi alimentare continuamente paura e odio. Registriamo un impegno quotidiano a distruggere più che a costruire: un continuo esercizio di “annuncismo” e una spasmodica presenza sui social anziché affrontare le grandi tematiche della crescita e della sicurezza in città o partecipare alle grandi discussioni rilevanti sul livello nazionale quali, ad esempio, le grandi crisi aziendali in corso e il tema del lavoro con dati nuovamente negativi dopo qualche anno di ripresa.

La discussione intorno al decreto “insicurezza”, perché questo creerà, alla chiusura dei porti, ad un uso ormai sconsiderato del linguaggio di chi è al governo, non ci lasciano indifferenti.

Come a Pisa per esempio dove la destra “briga” per negare un diritto sancito costituzionalmente, quello della libertà di culto, con una variante urbanistica e l’esproprio di un terreno per negarla, e anche qui stiamo facendo e faremo la nostra parte, non lasciandoci intimidire dalle minacce, a fianco delle comunità religiose che in questi giorni stanno facendo sentire forte la propria voce.

Maurizio Martina per noi incarna un modello di partito e di classe dirigente concreta, capace, appassionata, capace di mediare, di assumere decisioni, capace di tenere unito il Partito, di aprirlo alle nuove generazioni e far tesoro delle migliori esperienze della sinistra riformista italiana. Anche per queste ragioni chiediamo ai militanti e simpatizzanti del PD di partecipare all’incontro Pubblico di Mercoledì 30 e di sostenere il PD in tutta la fase che ci porterà alla primarie del 3 marzo.

Giuseppe Forte per il Coordinamento Provinciale Mozione Martina

NOTA BIOGRAFICA

Maurizio Martina ha 41 anni sposato, padre di due figli. Dopo essersi diplomato all’Istituto tecnico Agrario. consegue la laurea in Scienze Politiche. Nel 1999 è eletto Consigliere comunale, carica ricoperta fino al 2004. Sempre nel 2004 dopo una militanza nell’organizzazione giovanile dei Democratici di Sinistra, viene eletto Segretario della Provincia di Bergamo. Nel 2006 assume la carica di Segretario Regionale dei Democratici di Sinistra in Lombardia. Nel 2007 è tra i fondatori del Partito Democratico. Nello stesso anno, a seguito delle primarie, è eletto primo Segretario del Partito Democratico della Lombardia. Nel 2009, sempre attraverso le primarie, viene riconfermato alla guida del Partito Democratico Regionale Lombardo. Nel 2010 è eletto Consigliere della Regione Lombardia, incarico riconfermato nelle consultazioni popolari del febbraio 2013. Durante i mandati di Consigliere Regionale Lombardo è stato componente della Commissione Affari Istituzionali e della Commissione Attività Produttive. Il 3 maggio 2013 ha giurato come Sottosegretario di Stato del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali del Governo Letta. Il 9 maggio 2013 ha rassegnato le dimissioni da Consigliere della Regione Lombardia. Con il D.P.C.M. del 24 maggio 2013, gli è stata conferita la delega a presiedere la Commissione di coordinamento per le attività connesse all’EXPO’ Milano 2015. Il 22 febbraio 2014 ha giurato da Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali nel Governo Renzi. È stato Segretario nazionale nell’Assemblea nazionale del 7 luglio 2018 al 17 novembre 2018.

Fonte: Ufficio Stampa



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

torna a inizio pagina