Medico a Staffoli, novità dall'Azienda Usl. Deidda: "Il dottore può arrivare dal nuovo bando"

medico_ambulatorio_dottore_gonews_it_generica_1

Lunedì 28 gennaio, nei locali dell'Ufficio Comunale di Staffoli, si è svolta un'assemblea pubblica organizzata dall'Amministrazione Comunale sul tema: “Organizzazione della sanità territoriale”.

Hanno preso parte all'assemblea il Sindaco Giulia Deidda, l'Assessore alla Salute Carla Zucchi, i Consiglieri Comunali Daniele Bocciardi e Arianna Gisfredi e Pierluigi Acconci, in rappresentanza del Forum di frazione.

Si tratta di un percorso iniziato esattamente nel gennaio 2018, a seguito del trasferimento nella sede del capoluogo di uno dei medici operanti nella frazione per la quasi totalità della propria attività professionale e il conseguente disagio degli assistiti di Staffoli nell'usufruire del servizio di ambulatorio. Una situazione che non si è risolta con l'arrivo di un nuovo medico, che ha optato per lo svolgimento prevalente del proprio servizio nella sede di Santa Croce.

L'Amministrazione Comunale, in collaborazione con il Forum della frazione, ha inteso farsi carico delle richieste dei cittadini staffolesi ed ha sollecitato a più riprese l'Azienda Sanitaria ad esaminare la questione. Sono state convocate quattro successive assemblee pubbliche a cui hanno preso parte l'allora direttore della rete territoriale dell'Azienda USL Toscana Centro, dott. Mennuti, l'attuale coordinatore sanitario Servizi zona Empoli Valdarno dott.Salvadori. e il coordinatore AFT n.4 dott. Scaduto, per fornire chiarimenti sul regolamento aziendale per l'attribuzione dei medici al territorio e per fornire aggiornamenti sull'evoluzione della situazione alla cittadinanza.

Dopo che è stato ripercorso sinteticamente l'intero iter della vicenda, il Sindaco ha dichiarato:

“L'Amministrazione Comunale è stata fin da subito sensibile al disagio espresso dai cittadini di Staffoli ed ha intrapreso varie iniziative per arrivare ad una soluzione soddisfacente; perciò abbiamo coinvolto costantemente l'Azienda invitando agli incontri pubblici i referenti territoriali e inoltrando richieste per avere aggiornamenti e concertare soluzioni

A seguito di un'istanza inoltrata in data 15 gennaio 2019, abbiamo avuta risposta ufficiale dal Direttore Generale dell'Azienda USL Toscana Centro dott. Paolo Morello Marchese.

E' stato confermato che, se alla data del 1 Marzo 2019, termine utile per la verifica delle carenze territoriali, come probabile, il Comune di Santa Croce sull'Arno sarà indicato come “zona carente”, nel bando pubblicato per l'assunzione di un nuovo medico potrà essere esplicitata la richiesta che il professionista prescelto svolga una parte congrua della propria attività professionale nella sede di Staffoli. È importante rilevare anche che, secondo il nuovo accordo collettivo nazionale, l'Azienda dovrà considerare non solo le carenze attuali, ma anche le necessità future che potranno derivare dai previsti pensionamenti. Dunque non ci saranno, a nostro avviso, problemi nell'individuare le reali necessità del nostro territorio”.

Tante le domande dei cittadini intervenuti all'assemblea anche su problematiche di natura pratica e organizzativa, a cui l'Amministrazione ha dato risposta nei limiti delle proprie competenze.

Al termine del dibattito, l'Assessore Zucchi ha concluso: “Abbiamo voluto farci carico delle esigenze espresse dalla popolazione nei confronti di un servizio essenziale per la salute dei cittadini, andando incontro soprattutto alle difficoltà rilevate dai pazienti anziani e con problematiche di trasferimento. Siamo lieti di constatare che la vicenda sembra avviata ad una positiva soluzione, anche per il lavoro svolto in questi mesi con la collaborazione del Forum della frazione e con la disponibilità dell'Azienda sanitaria. Sarà nostra cura aggiornare tempestivamente la popolazione sugli esiti delle prossime procedure aziendali”.

Fonte: Comune di Santa Croce sull'Arno

Tutte le notizie di Santa Croce sull'Arno

<< Indietro
torna a inizio pagina