Area di crisi Massa-Carrara, al via le domande per gli incentivi della legge 181

Gianfranco Simoncini
Gianfranco Simoncini

Incentivi e opportunità, nazionali e regionali, per il rilancio dell'area di crisi apuana. Sono stati presentati oggi nella sede della Camera di Commercio, a Carrara, nel corso di un incontro organizzato in occasione dell'uscita del nuovo bando del Mise per l'accesso ai finanziamenti della legge 181/89, per il rilancio dell'area di crisi industriale non complessa di Massa Carrara.

Il bando Invitalia
Il bando, disponibile sul sito Invitalia, www.invitalia.it/chi-siamo/area-media/notizie-e-comunicati-stampa/massa-carrara--area-di-crisi, mette a disposizione, attraverso la legge 181/89, poco più di 9 milioni di euro, in parte con risorse regionali e in parte statali, per promuovere iniziative imprenditoriali tese al rafforzamento del tessuto produttivo locale e all'attrazione di nuovi investimenti. Ad essere interessati sono tutti i comuni della Provincia riconosciuti come area di crisi industriale non complessa. Il bando è a sportello e le domande per l'accesso alle agevolazioni potranno essere presentate ad Invitalia a partire dalle ore 12 del 15 febbraio 2019, fino a esaurimento delle risorse disponibili. Ciascuno dei progetti presentati dovrà prevedere spese non inferiori a 1,5 milioni di euro per investimento produttivo e/o per programmi di tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l'innovazione dell'organizzazione .
Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti, dell'eventuale contributo diretto alla spesa e del finanziamento agevolato.

Le altre agevolazioni per le imprese
Nel quadro dell'Accordo di programma per l'area di crisi, sono previsti interventi a supporto degli investimenti delle Piccole e medie imprese grazie a risorse regionali del POR Fesr 2014-2020, per complessivi 10 milioni di euro: si tratta degli Strumenti di ingegneria finanziaria e del Bando a sostegno dell'internazionalizzazione delle imprese e dei Protocolli di insediamento. In particolare, per questi ultimi, il consigliere per il lavoro Gianfranco Simoncini ha ricordato che saranno immediatamente disponibili 4,6 milioni di euro che serviranno a finanziare le imprese già in graduatoria e non ancora finanziate. Qualora ci fossero risorse residue dopo lo scorrimento, saranno utilizzate per la presentazione di nuove domande.

Lavoro e formazione
Anche per l'area di Massa-Carrara sono attivi gli incentivi per l'occupazione, in particolare sono aperti i bandi per incentivi ai datori di lavoro che assumono disabili in base alla legge 68 e quelli per le imprese che assumono giovani neolaureati o neo dottori under 35. A breve verrà ripubblicato anche il bando riservato ai lavoratori licenziati.
In tema di formazione è invece ancora attivo un avviso che rientra nella strategia dell'industria 4.0 per il finanziamento di percorsi per la riqualificazione dei lavoratori coinvolti in ristrutturazioni aziendali, riconversioni e reindustrializzazioni.

Il consigliere Gianfranco Simoncini ha ricordato che il presidente della Regione Enrico Rossi ha chiesto al ministero dello Sviluppo economico il riconoscimento di Area di crisi complessa per il territorio di Massa Carrara. Inoltre, insieme alle altre Regioni, è stata richiesta una semplificazione per rendere più facile l'accesso da parte delle imprese alle risorse messe a disposizione dalla legge 181.

Fonte: Regione Toscana

Tutte le notizie di Massa

<< Indietro
torna a inizio pagina