Casapound: "La tramvia si riconferma un tremendo fallimento"

thumbnail_image001

“La tramvia si riconferma un tremendo fallimento" dichiara Saverio Di Giulio, candidato a Sindaco di Firenze per CasaPound Italia, "il blocco delle corse di oggi evidenzia nuovamente un altro dei problemi causati dall'aver puntato sulla tramvia e non su una metropolitana."

“Non stiamo parlando della nevicata del gennaio 1985”, precisa di Giulio, “quando su Firenze caddero alcuni decimetri di neve e si toccarono temperature che andavano oltre i meno venti. Stiamo parlando di una mattinata in cui la temperatura è calata di un paio di gradi sotto lo zero. Un mezzo di trasporto pubblico di linea, moderno ed efficiente, dovrebbe garantire il servizio proprio in questi casi. Invece adesso ci viene riconfermato che questo tram, ormai obsoleto, presenta gli stessi problemi del trasporto su gomma in caso di intemperie. Trasporto su gomma che, paradossalmente, oggi ha viaggiato dovendo assorbire anche l'utenza della tramvia. Il tutto al costo di realizzazione di quasi 40 milioni di euro al km."

"Vengono i brividi, non di freddo, a pensare che il Pd voglia continuare con questa opera: invasiva, lenta e inadatta al contesto urbanistico di Firenze, andando così a paralizzare anche la zona sud fino a Bagno a Ripoli. Non vogliamo neanche immaginare il caos che ci sarebbe stato stamattina su via Pian di Ripoli e viale Europa con la tramvia", conclude Di Giulio sottolineando anche che "abbiamo letto di una lista civica a sostegno di Nardella che vorrebbe anche riproporre il passaggio in piazza Duomo. Siamo alla follia, come CasaPound continueremo a batterci affinché al posto delle nuove linee di tramvia vengano realizzate delle linee di metropolitana."

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina