Neve anche in pianura, pericolo ghiaccio in molte strade: voli fermi a Firenze

La Toscana si sveglia con la neve anche a bassa quota dopo le precipitazioni di ieri (qui l'articolo con gli aggiornamenti su mercoledì 30 gennaio). Nell'Empolese Valdelsa le città di Empoli, Fucecchio, Cerreto Guidi hanno visto fioccare la coltre dalle 9 in poi. Per le zone di pianura è una novità, mentre da giorni a Gambassi Terme e Montaione si lotta per mantenere strade pulite ed evitare gli intralci. Nella notte i mezzi spargisale sono transitati sulle strade di Montaione ma la situazione è rimasta ugualmente critica: l'allerta agli automobilisti è di viaggiare con cautela e con le attrezzature necessarie (pneumatici termici e catene a bordo). A Montelupo Fiorentino non è stato ritenuto necessario chiudere le scuole anticipatamente (è stata comunque annullata una gita scolastica). "Alcuni genitori hanno comunque ritenuto utile andare a prendere i propri figli. Chiunque abbia questa necessità nessun problema da parte della scuola. I nostri mezzi spazzaneve e spargisale sono in azione nelle parti più alte del nostro territorio", spiega il sindaco Paolo Masetti.

neve_montelupo_fiorentino_2019_01_31___

Neve a Empoli

La debole perturbazione nevosa prevista questa mattina a Empoli con abbassamento delle temperature dalle prime ore di questo giovedì 31 gennaio, ha fatto attivare fin dall’alba alcuni mezzi del Comune di Empoli per lo spargimento di sale.

Il sistema comunale di prevenzione si è mosso per spargere sale sulle strade collinari e le zone più a rischio. Dalle ore sette sono uscite due mezzi meccanici, un furgone e un trattore, oltre a una squadra con spargisale a spinta per raggiungere aree non carrabili.

Sono state trattate con sale la zona di Via Boccaccio, vicino all’ospedale e anche i marciapiedi, e la zona di piazza della stazione. Essendo giorno di mercato settimanale anche l’area dei banchi degli ambulanti è stata interessata dallo spargimento di sale.

I mezzi hanno toccato le strade collinari: Pianezzoli, Via del Terrafino, Monteboro, il giro alto di Corniola, i cavalcavia e cavalcavia ferrovia della zona industriale del Terrafino. Il trattore si è diretto anche a San Donato in Poggio – Villanova.  La viabilità è sempre stata regolare e non si sono registrate situazioni di pericolo. La temperatura è in aumento.

Neve a Montespertoli

neve_lucardo_montespertoli_2019_01_31__

La neve comincia a cadere copiosa sul territorio del Comune di Montespertoli, tuttavia grazie al tempestivo intervento con spargisale e spalaneve in dotazione all’Ente, i disagi per gli abitanti sono stati per il momento ridotti al minimo. Allo stato attuale, le precipitazioni più intense di neve sono state registrate a Lucardo e in tutta la parte alta del territorio comunale, con 10 centimetri di neve in alcuni punti, ma le strade sono tutte percorribili, per cui la circolazione è garantita. Ecco perché l’Amministrazione comunale comunica che le scuole sono attualmente aperte e tali rimarranno, salvo ulteriori disposizioni dovute al peggiorare delle condizioni metereologiche. Si avvisa, inoltre, che è garantito anche il servizio di trasporto con lo scuolabus. Nel corso della giornata saranno comunicati ulteriori aggiornamenti.

neve_lucardo_montespertoli_2019_01_31__1

Neve a Gambassi Terme

neve_gambassi_terme_2019_01_31__1

L'aggiornamento della mattina del sindaco Paolo Campinoti: "La nevicata di stanotte ha vanificato parte del lavoro svolto da nostri operatori in collaborazione con Prociv-Arci e operai di ditte esterne. Nella notte sono state eseguite sia la pulizia con pala meccanica che vari spargimenti di sale sia sulle comunali che sulle provinciali da parte della Città Metropolitana. Ringrazio di nuovo tutti quanti da ieri (Carabinieri e Polizia Municipale compresi), con abnegazione e perizia, stanno lavorando per diminuire i disagi per chi percorre strade e marciapiedi. La situazione attuale può comunque dirsi soddisfacente in funzione di quanto avvenuto anche in nottata".

neve_gambassi_terme_2019_01_31__

Neve a Vinci, gli aggiornamenti

Nella mattinata di oggi sono previste deboli nevicate sparse fino a quote basse e locali fenomeni di pioggia. Nel pomeriggio è previsto un aumento delle temperature con conseguente innalzamento della quota neve, la quale dovrebbe risalire fino a circa 1.000 metri. Vab e Protezione Civile comunale monitorano con attenzione l'evolversi della situazione, in particolare nelle zone collinari, al fine di garantire la percorribilità in sicurezza delle strade. I mezzi spargisale e spalaneve sono in azione da questa notte. Per il momento, non esistono le condizioni necessarie per una chiusura anticipata delle scuole. Il trasporto scolastico sarà regolarmente garantito con le stesse modalità e orari.

Neve a Carmignano

 

Neve a Firenze

A Firenze la temperatura è crollata dalle 5 di questa mattina e nonostante il sale fosse stato già gettato sulle strade principali è stato necessario un secondo passaggio con il dispiegamento di tutte le forze. A dirlo è il sindaco Dario Nardella che allerta per la possibile formazione di ghiaccio anche nella serata di stasera.

Neve a Scandicci

Neve sulle zone collinari di Scandicci e nevischio in pianura nella mattina di giovedì 31 gennaio 2019, ma le strade risultano pulite e percorribili. Le squadre di Protezione Civile e le pattuglie della Polizia Municipale sono in servizio sul territorio, con i mezzi pronti a intervenire in caso di necessità; un mezzo spalaneve sta già tenendo pulita via di Marciola, che è l'unica strada in cui la neve ha iniziato ad attaccare. A causa del ghiaccio, inoltre, dalle primissime ore del mattino le squadre di Protezione Civile del Comune e i volontari delle associazioni Humanitas e Racchetta hanno lavorato per la salatura delle strade sia di collina che di pianura, mentre tutte le pattuglie di Polizia Municipale in servizio hanno gestito il traffico d'ingresso a scuola e al lavoro. Intanto il servizio della tramvia è tornato regolare, dopo i problemi alle linee aeree di alimentazione della prima mattina e l'attivazione da parte di Gest dei bus navetta sostitutivi. Per segnalazioni 055.750628 (Protezione civile).

Tramvia bloccata più di 3 ore

Il ghiaccio sui binari ha bloccato per oltre tre ore la tramvia questa mattina a Firenze, con disagi per la mobilità tra il capoluogo e Scandicci (Firenze). Dalle primissime ore del mattino infatti il servizio ha accusato rallentamenti su tutta la linea, e l'interruzione nel tratto fra le fermate di Arcipressi e Villa Costanza: come comunicato dalla società di gestione Gest, sono stati attivati nel corso della mattinata bus sostitutivi. Il servizio è stato poi ripristinato regolarmente alle 9.19.

Disagi anche nei trasporti aerei

I voli in arrivo all'aeroporto 'Vespucci' di Firenze sono stati dirottati questa mattina, mentre le partenze sono state cancellate. Tutto a causa della fitta nebbia calata assieme a ghiaccio e neve. Questi ultimi due fenomeni, spiega Toscana Aeroporti, non hanno invece causato problemi alla pista, che era stata trattata nelle ore precedenti. Fino alle 7.40 sono partiti solo 6 voli.

Criticità tra Figline e Greve

Operatori della Protezione civile e della Viabilità della Città Metropolitana di Firenze sono sulla Sp 56, fra Figline e Greve in Chianti, e sulla Londa Stia, dove si stanno verificando criticità dovute al maltempo. In seguito all'abbassamento delle temperature dovuto alle precipitazioni anche a carattere nevoso di ieri, Angelo Bassi, consigliere delegato alla Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze raccomanda "massima cautela alla guida sulle strade del territorio della città metropolitana dove si registrano diffuse ed estese formazioni di ghiaccio". Personale della Prociv e della Viabilità metropolitane sono al lavoro dalle 5 sulle strade di competenza. Codice ghiaccio giallo fino alle 23.59 di questa sera.

Neve a Siena

A Siena è stato diramato il seguente messaggio: "Si invita la cittadinanza ad utilizzare i mezzi privati solo se strettamente necessario così da lasciare libere le strade per gli interventi degli spazzaneve che sono già al lavoro nelle varie zone della città. Per chi fosse obbligato a mettersi in viaggio si ricorda che è in vigore un’ordinanza della Polizia Municipale, che dispone che su tutte le strade del territorio comunale è fatto divieto di circolare con autoveicoli, ciclomotori e motocicli non muniti di pneumatici invernali, catene da neve montate o altri mezzi antisdrucciolevoli montati sulle ruote motrici del veicolo, omologati ed idonei all’utilizzo".

I vigili del fuoco del comando di Siena hanno effettuato a partire dalle ore 12.30 di ieri, 32 interventi divisi in tipologie:
- 13 ostacoli e ingombro al traffico su strade extraurbane e cittadine.
- 11 riguardanti la statica di piante e rami.
- 4 incidenti stradali,
- 4 soccorso a persone in difficoltà e assistenza.

Il dispositivo di soccorso è stato rinforzato con richiamo e trattenimento di personale del Comando di Siena e con il supporto di una squadra del Comando di Arezzo. Le risorse sono state impiegate maggiormente per il ripristino della viabilità sulla strada SS 223 SI-GR dal bivio di Orgia a Casal di Pari GR.

Aggiornamenti emergenza neve nel Chianti

I rovesci copiosi di neve che fino a questa mattina avevano interessato tutto il territorio del Chianti fiorentino lasciano spazio alla pioggia.  Lo stabilizzarsi dell’emergenza neve e in generale il miglioramento delle condizioni meteo nei territori dell'Unione Comunale, accompagnato dal graduale rialzo delle temperature, ha permesso di ripristinare la piena normalità sul fronte della viabilità, dei servizi scolastici e dell'apertura delle scuole. Strade libere e percorribili in gran parte del territorio chiantigiano grazie ai frequenti passaggi dei veicoli che le hanno continuamente spazzate e salate. Domani, venerdì 1 febbraio, le scuole di ogni ordine e grado saranno aperte in tutti e tre i Comuni (Barberino Tavarnelle, Greve in Chianti e San Casciano in Val di Pesa), compreso quello di Greve in Chianti il cui sindaco Paolo Sottani aveva emanato un’ordinanza per la giornata odierna che stabiliva la chiusura di tutti i plessi scolastici a causa delle precipitazioni di particolare intensità che si erano riversate nelle ore serali e notturne.

Nel territorio di Barberino Tavarnelle resta chiusa anche per questa notte la strada provinciale che dal Morrocco scende verso la frazione di Sambuca Val di Pesa a causa del rischio ghiaccio che comunque durante la notte può costituire un pericolo in quel tratto di strada. Nei comuni di San Casciano e Barberino Tavarnelle è garantito il regolare funzionamento del trasporto scolastico. Unica nota divergente quella di Greve, territorio che risulta fra i più colpiti dell’area fiorentina, dove “il servizio di trasporto scolastico - fa sapere il sindaco Sottani - non è garantito nelle zone montane e collinari, tra cui Lamole, Lucolena, Poggio alla Croce, La Panca e Panzano”. Sono sospese le gite scolastiche. I mezzi spargisale e spalaneve sono entrati in azione tutto il giorno e continueranno ad intervenire nelle zone che presentano maggiori criticità. Seguiranno ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore, qualora la situazione della viabilità sulle strade del territorio subisse modifiche e variazioni. Considerato il pericolo di ghiaccio che permane nelle aree più elevate del territorio grevigiano, il consiglio è quello di prestare massima attenzione e prudenza alla guida e negli spostamenti a piedi.

 

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro
torna a inizio pagina