Sportello di ascolto psicologico gratuito dell'istituto comprensivo


Dal mese di Febbraio inizia il nuovo progetto di ascolto psicologico studiato e realizzato per venire incontro alle esigenze e ai bisogni degli studenti e degli adulti dell'istituto comprensivo capraiaIstituto Comprensivo di Capraia e Limite.

Lo scopo è quello di prevenire da una parte il disagio di chi non riesce ad esprimere i propri bisogni formativi o ha difficoltà di adattamento scolastico, dall'altra dar voce ai genitori o agli insegnanti che chiedono di confrontarsi per esprimere eventuali dissensi, conflitti o semplicemente per far chiarezza su alcuni aspetti relazionali con i figli o con gli alunni.

L'ascolto psicologico è particolare ed unico nel suo genere. Si tratta di accogliere e validare sempre e comunque il punto di vista dell'altro attraverso un processo di chiarificazione che consente alla persona di cogliere le motivazioni profonde che costringono ad adottare determinati comportamenti.

Attraverso l'ascolto empatico e partecipativo è possibile far emergere emozioni profonde dell'interlocutore, quali rabbia, paura, dolore o tristezza, in modo da favorire una loro trasformazione attraverso un rispecchiamento con il professionista.

L’empatia, strettamente connessa alla sospensione del giudizio, favorisce la liberazione dal sequestro emotivo della persona, favorendo un migliore adattamento . Esistono tonalità emotive che sembrano condizionare realmente la vita degli individui, costringendo a sentire a livello corporeo soltanto alcune sfumature del repertorio emozionale, quali il fastidio, il disgusto o la tristezza.

Per interrompere questo circolo vizioso e dar modo alla persona di avvertire anche le altre tonalità emozionali come il piacere e la gioia, è necessario attivare un processo di ascolto attivo che consenta di favorire la capacità di essere spontanei e trasparenti nelle relazioni. Si tratta di Mostrare al soggetto ciò che realmente custodisce dentro di sé, senza nascondersi dietro il ruolo che in quel momento sta ricoprendo. Aggirando le difese e le resistenze espresse è possibile far riscoprire il proprio Essere autentici.

Questo significa che la persona ha finalmente la possibilità di esprimere solo ciò che realmente corrisponde al proprio autentico sentire.

Progressivamente, evitando frasi stereotipate e restando in contatto empatico con l'interlocutore, sarà più semplice percepire un'accetazione incondizionata, ovvero l'accoglienza senza giudizi dei vissuti e delle esperienze vissute.

Il ruolo dello psicologo è quello di astenersi da ogni forma di interpretazione e giudizio, accettando la realtà esistenziale dell’altro e valorizzarlo per ciò che porta in quel preciso momento. Accettazione non vuol dire condivisione o approvazione incondizionata di idee, opinioni e sentimenti diversi dallo psicologo. Si tratta per il professionista di accogliere i conflitti e i dissensi per trasformarli in opportunità e risorse perché il processo di trasformazione emozionale si basa proprio sul riconoscere all’altro la libertà di provare emozioni come rabbia e dolore che altrimenti rischiano di condizionare l'esistenza dell'interlocutore. Riconoscendo le difese e le corazze che l'interlocutore porta in seduta, è possibile disinnescare il meccanismo difensivo accogliendo il punto di vista dell'altro, anche se carico di diffidenza e rabbia.

L'ascolto psicologico attivo è speciale per questo. Riconoscendo le difese altrui, evita di farle entrare in conflitto con le proprie.

Tutto questo è superabile con il riconoscimento e la valorizzazione dell'altro, attraverso un delicato e partecipativo processo di inclusione.

Lo sportello, tenuto dal Dott. Andrea Guerrini è un'opportunità per tutto

l'Istituto Comprensivo di Capria e Limite, è un modo per sostenere e valorizzare i contributi di tutti, degli alunni, dei genitori e degli insegnanti, seguendo un solo motto: “Nessuno Escluso”

Fonte: Istituto Comprensivo Capraia e Limit

Tutte le notizie di Capraia e Limite

<< Indietro
torna a inizio pagina