Use Rosa affronta un avversario temibile. Per il team maschile non ci sono alternative: vincere

Nadia Calamai
Nadia Calamai

Con la speranza di ripetere l’impresa di due settimane fa con San Martino, la Scotti si prepara a riceve domenica alle 18 al PalaSammontana Broni. Un ostacolo difficile visto che la squadra pavese milita al quarto posto della classifica, ma da parte delle ragazze biancorosse c’è la massima determinazione a disputare un altro match interno di alto livello.

"Broni è un’ottima squadra come testimonia la classifica – spiega coach Cioni – hanno un roster rodato con due stelle come l’americana Wojta e la serba Milic. Ultimamente ha avuto risultati alterni e quindi noi non ci diamo sicuramente per persi. Se avremo il giusto approccio alla partita ce la possiamo fare. E’ una squadra buona verso la quale dobbiamo avere il massimo rispetto, ma le ragazze devono essere convinte di potercela fare".

Broni, cittadina dell’Oltrepò Pavese, milita nelle massime categorie del basket dal 2003 quando venne promossa in Serie A2. Dopo la retrocessione del 2007/2008 è tornata ancora in serie A nel 2011/2012 e nel 2015/2016, vincendo anche la Coppa Italia nella final-four organizzata nel palazzetto di casa. In quell'anno ottenne anche la promozione nella massima serie battendo la Magika Castel San Pietro con un netto 0-2 e, da allora, è sempre rimasta in A1 centrando anche i playoff. Per la Scotti, insomma, un ostacolo duro ma che la squadra deve essere convinta di poter superare.

Use Gross, il punto di coach Cioni

Vincere, l'Use Computer Gross non ha molte alternative nella gara di sabato sera alle 21 al Pala Sammontana contro Domodossola. Vuoi perchè i piemontesi sono ultimi in classifica, vuoi soprattutto perchè la squadra biancorossa è reduce dalla sconfitta nel turno infrasettimanale sul campo della Sangiorgese: "Credo che mercoledì sia stata l'ennesima occasione persa di questa stagione - attacca coach Bassi - abbiamo giocato così così la prima metà di partita pur riuscendo a restare a contatto, poi nella seconda abbiamo fatto cinque minuti molto buoni fino a che, alla prima vera difficoltà, ci siamo squagliati come neve al sole. Ora c'è poco tempo per recuperare le energie soprattutto mentali visto che è stata una brutta sconfitta, ma dobbiamo riuscirci perchè la partita di sabato con Domodossola è molto importante. Capisco che sia l'ultima in classifica e che in questa stagione abbia avuto diversi problemi, però è anche vero che ultimamente non è mai andata sotto di tanto con nessuno e che noi, con loro, ci accoppiamo male. Spero che i ragazzi si vogliano far trovare pronti, anzi direi che si devono far trovare pronti, visto che è una partita decisiva per la nostra stagione".

Concetti chiari e condivisibili, quelli espressi dal tecnico biancorosso. L'avversario, come detto, è all'ultimo posto della classifica avendo vinto una sola gara. Rispetto all'andata ha cambiato allenatore (il nuovo coach è Massimiliano Milli che in passato ha allenato anche a Certaldo) ma anche questa scossa non ha prodotto grossi cambiamenti nel trend di questo campionato. Per l'Use Computer Gross, comunque, sono aspetti di poco conto. Dopo il ko di San Giorgio ed alla vigilia della trasferta sul campo della capolista Omegna non ci sono alternative: serve solo vincere.

Fonte: Use Basket Empoli

Tutte le notizie di Basket

<< Indietro
torna a inizio pagina