La mezzadria in Toscana e nel pistoiese, lo studio di Lorenzo Ciattini


Sarà presentato mercoledì 6 febbraio 2019, alle 17, a palazzo Cerretani, nei locali della Biblioteca della Toscana ‘Pietro Leopoldo’, in piazza dell'Unità italiana a Firenze, il libro di Lorenzo Ciattini, La mezzadria in Toscana con particolare riferimento al territorio pistoiese, (edizioni dell’Assemblea). Il volume racconta in dettaglio la vita quotidiana dei coloni toscani fino all’ultimo dopoguerra, con un’attenta analisi dei lavori agricoli, degli strumenti usati e dell’unità poderale con i relativi annessi. Tutto ciò viene esaminato nell’ambito di una specifica realtà locale, la fattoria di Spicchio, nella zona del Montalbano (Pistoia), comparando le attività di allora con quelle odierne.

La ricerca ha interessato anche i protagonisti di quell’epoca – fattore, capoccia, bifolco – e le riforme agrarie che hanno portato alla fine della mezzadria. In particolare, sono stati esaminati i lavori agricoli in funzione dei vari mesi dell’anno, con le usanze e le tradizioni che li accompagnavano. Il volume presenta infine un elenco delle principali erbe officinali usate dai coloni e una serie di proverbi che costituivano per il mezzadro un riferimento imprescindibile nel suo lavoro di tutti i giorni.

Alla presentazione di mercoledì 6 febbraio, interverrà il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani, con il giornalista Maurizio Gori e il sindaco di Lamporecchio, Alessio Torrigiani. Sarà presente l’autore.

Lorenzo Ciattini, nato a Pistoia il 28 marzo 1958, dottore commercialista, è da sempre appassionato di storia e cultura locale.

Fonte: Toscana Consiglio Regionale



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina