Tre libri tra cucina e storia, ecco gli appuntamenti in programma

Eugenio Giani

“Non solo tradizioni culinarie particolari, ma soprattutto storie di rioni, storie di grande umanità, capaci di narrare una Toscana che affascina, attraverso uno squarcio su Firenze che doveva essere davvero raccontato”. Con queste parole il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Gianiha presentato alla stampa la rassegna “Il buon bere e il buon mangiare”, un ciclo di incontri che vedrà la presentazione di tre libri.

Il primo appuntamento sarà lunedì 11 febbraio, alle 17, presso la Biblioteca della Toscana Pietro Leopoldo (palazzo Cerretani, piazza dell’Unità italiana 1 – Firenze), per accendere i riflettori su “Sassaiole e capirotti: San Frediano prima del cool” (Edizioni Navicellai), di Francesca Tofanari e Matteo Poggi. Un viaggio nella vita del popolare quartiere di San Frediano di Firenze negli anni ’40-’50 del Novecento, in un passato che appare remoto e che invece è distante solo pochi decenni.

“Oggi ho imparato qualcosa di nuovo – ha sottolineato il presidente Giani – grazie a voci autentiche di scrittori capaci di raccontare il territorio partendo dalla cucina dei poveri, che ha permesso di sopravvivere a tanta gente”, ha affermato il presidente salutando e ringraziando gli autori Francesca Tofanari e Matteo Poggi, per lo sguardo attento su San Frediano, e Giovanni Bogani, per il volume “Briganti. Una trattoria unica al mondo”, che sarà invece presentato il 21 marzo. “Vero primo giorno dell’anno – ha ricordato Giani – e noi festeggeremo dal Briganti, locale tipico che guarda al futuro”.
Gli autori, presenti in conferenza stampa, tra ricette e racconti di vita, hanno portato alla luce pezzi inediti di storia di Firenze.

Ultimo appuntamento della rassegna, il 4 aprile con “Le donne del vino in Toscana”, di Roberta Catani e Francesca Fondelli, che sarà sempre presentato presso la Biblioteca Pietro Leopoldo.

Fonte: Consiglio regionale della Toscana



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina