Tramvia, presentata la nuova linea 2 (Santa Maria Novella-Aeroporto Peretola)

linea 2

Una grande scommessa vinta grazie alla collaborazione e all’impegno di tutti. Questa mattina il sindaco Dario Nardella e il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi hanno salutato così l’avvio del servizio della linea tranviaria T2 a partire da lunedì 11 febbraio. Le prime corse per i cittadini, che viaggeranno gratis per due settimane, inizieranno alle 14.30 con i tram pronti lungo numerose fermate della linea. Alle 12 in programma la cerimonia inaugurale all’aeroporto Vespucci alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, del sindaco Nardella, del presidente Rossi e della commissaria europea per la politica regionale Corina Cretu.

"La tramvia che inauguriamo lunedì, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è un risultato molto importante e la Regione continuerà ad impegnarsi così anche per il futuro: investiremo oltre 80 milioni per la linea di Bagno a Ripoli nel Por attuale e poi penseremo anche ad altre risorse nel Por 2020-2017 prima di chiudere la legislatuta". Queste le parole del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi durante la presentazione alla stampa. Con Rossi e Nardella erano presenti anche l'assessore a viabilità e infrastrutture della Regione, Vincenzo Ceccarelli, e l'assessore alla mobilità del Comune, Stefano Giorgetti.

"Bisogna che si sappia – ha aggiunto il presidente Rossi - che l'Europa ci è venuta incontro con la consapevolezza che i nostri interventi erano strategici. Sgombriamo il campo dall'idea dell'Europa matrigna: questa è una fake news. Senza la presenza dell'Europa non saremmo arrivati a questi risultati e quindi voglio con forza rivendicare il ruolo dell'Europa e della Regione".

"Siamo giunti a questo risultato – ha detto l'assessore Ceccarelli – grazie anche al nostro convinto supporto e continueremo a farlo sia per i prossimi progetti di tramvia sia per il complessivo sviluppo del sistema della mobilità e dei parcheggi. Siamo sulla strada giusta. L'auspicio è che si riparta anche con il sottoattraversamento e la stazione Foster anche perché questo progetto è strategico nella nostra idea di mobilità, non solo per i treni veloci, ma anche per liberare spazio per i treni regionali e per sviluppare il sitema ferroviario metropolitano".

“Mancano due giorni all’inaugurazione della T2 Vespucci e siamo molto contenti – ha commentato il sindaco –. Questa linea è molto importante perché non solo collega l’aeroporto con il centro ma attraversa un quartiere densamente popolato e dove sono presenti molte funzioni come il Palazzo di Giustizia, il Polo Universitario, la sede della Regione e numerose scuole. Per questo siamo sicuri che fin dai primi giorni la T2 avrà successo. Voglio ringraziare prima di tutto i cittadini che ci hanno sostenuto ed hanno avuto pazienza, la Regione Toscana che, con le altre istituzioni come l’Unione Europea, ha creduto a questo progetto. Cinque anni fa nessuno avrebbe scommesso che in un solo mandato avremmo realizzato ben due linee tranviarie, soprattutto se pensiamo ai problemi che si registrano per le opere pubbliche in Italia. Firenze è un modello di efficienza, di capacità e per le nuove linee saremo ancora più attenti e impegnati per ridurre i tempi e i disagi legati ai cantieri”.

“Come già per la T1 anche per la T2 le prime due settimane si potrà viaggiare gratuitamente – ha aggiunto l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti –. Con l’entrata in servizio della nuova linea si completa la riorganizzazione della linee Ataf già avviata a giugno. Nei prossimi giorni saranno comunicate le modifiche dei percorsi e domenica 24 febbraio, giorno in cui scattano le variazioni, è previsto un appuntamento con i cittadini al centro San Donato dove saranno nuovamente illustrate le novità. Tra queste segnalo l’istituzione di due nuove linee, la 16 che collegherà piazza Puccini a piazza Leopoldo toccando sia la T1 che la T2, e la 68 che invece funzionerà come una circolare tra Brozzi, Peretola e Quaracchi con le fermate del Tpl urbano e la tramvia”.

Nardella a Toninelli: "Più attenzione per la nostra città"

Lunedì "al ministro Toninelli chiederò anzitutto sempre più attenzione per la nostra città". è "benvenuto a Firenze, mi ha fatto piacere che abbia deciso di inaugurare con noi la linea tranviaria visto che i governi precedenti hanno contribuito anche per i finanziamenti e abbiamo bisogno di finanziamenti anche per linee prossime". Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella rispondendo ai cronisti che gli chiedevano le richieste che lunedì avanzerà al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, in città per l'inaugurazione della nuova linea della tramvia.

"Chiederò - ha aggiunto Nardella - di starci vicino per il completamento della rete tranviaria e dall'altro lato chiederò una parola chiara per far ripartire i lavori della Tav, del sottoattraversamento perché abbiamo un cantiere aperto, di fatto abbandonato, gli operai sono stati rimandati a casa, abbiamo speso centinaia di milioni di euro e non possiamo lasciare quest'opera incompiuta: sarebbe davvero un messaggio bruttissimo verso tutti i cittadini e verso l'Italia". Per il sindaco "le opere si devono finire, soprattutto" quelle "che servono e il sottoattraversamento di Firenze serve": libererebbe "i binari di superficie che a quel punto sarebbero destinati in grandissima parte al trasporto pendolare, questo a beneficio anche del capoluogo di Firenze perché più persone prendono il treno meno prendono la macchina, inquinano e fanno traffico nella nostra città". Riguardo alla nuova pista dell'aeroporto fiorentino Nardella ha commentato: "Credo non ci sia più nulla da dire, la partita è chiusa, c'è solo da cominciare con i lavori".

Il sistema tramviario di Firenze e la nuova linea 2 Santa Maria Novella-Peretola

Oltre 12 mila tonnellate di CO2 abbattute ogni anno. Oltre 39 milioni di passeggeri. Oltre 14 milioni e mezzo di persone che rinunceranno all'uso del mezzo privato a favore del mezzo collettivo. Queste le stime dei benefici che con l'attivazione della linea 2 (Santa Maria Novella-Aeroporto Peretola) il sistema tramviario fiorentino porterà all'ambiente e alla fluidificazione del traffico cittadino. Gli studi trasportistici e l'esperienza del successo della linea 1 concordano nel prevedere ottimi risultati anche per la linea 2, in servizio dal prossimo lunedì 11 febbraio.

La Regione ha destinato finora alla realizzazione della tramvia fiorentina 70 milioni di euro (di cui 50 milioni nell'ambito del programma comunitario Por Creo Fesr 2007-2013 e 20 milioni di contributi regionali) su un costo complessivo di oltre 600 mln di euro. Cifre che cresceranno in vista delle estensioni delle linee tramviarie per cui sono già previsti allo stato attuale 80 milioni del Por-Fesr 2014-2020 e circa 5 milioni di risorse regionali per le progettazioni.

La Toscana è stata parte attiva nella crescita dell'opera, monitorando l'avanzamento dei lavori e gestendo le criticità via via emerse attraverso una cabina di regia tecnico/istituzionale. Inoltre ogni anno finanzia il funzionamento dell'intero sistema con un contributo annuo che è passato dai 7 milioni di euro per la sola tratta Villa Costanza-Santa Maria Novella, a 9,5 milioni di euro con l'attivazione della tratta Santa Maria Novella-Careggi. Con l'attivazione della nuova linea e il completamento del sistema, il contributo passerà a 12 milioni di euro annui.

Con la nuova linea Stazione Santa Maria Novella-Aeroporto, il sistema tramviario fiorentino finora realizzato avrà uno sviluppo complessivo di circa 16,9 km, con 40 fermate. La sua realizzazione è uno dei punti qualificanti delle politiche regionali per lo sviluppo delle infrastrutture e della mobilità sostenibile. La sua connessione con le infrastrutture comprese nel corridoio scandinavo mediterraneo della rete europea Ten-T e la possibilità di interscambio modale con aeroporti, ferrovie ed autostradale, lo rendono un investimento strategico nel sistema infrastrutturale non solo toscano, ma anche nazionale ed europeo.

La realizzazione del sistema tramviario ha consentito di ripensare l'intera viabilità fiorentina e porterà ad una complessiva riorganizzazione anche del sistema dei trasporti. La sua estensione, prevista per consentire il collegamento rapido tra realtà della cintura urbana - Bagno a Ripoli, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Scandicci - e la città, costituisce uno dei principali obiettivi del Piano Regionale Integrato Infrastrutture e Mobilità (PRIIM), e rappresenta uno dei progetti regionali del Piano Regionale di Sviluppo. L'intera operazione avrà anche il merito di migliorare la vivibilità della città e la distribuzione dei servizi nel tessuto urbano.

Sulla base degli Accordi tra la Regione Toscana, il Comune di Firenze ed i Comuni dell'area metropolitana, il sistema tramviario si articola in:

·         Linea 1 da Scandicci a Firenze -Careggi

·         Linea 2 da Aeroporto a Piazza Libertà compreso alternativa al centro storico

·         Estensione Linea 2 Aeroporto- Sesto Fiorentino (Polo Scientifico)

·         Linea 3.2 Piazza della Libertà - Bagno a Ripoli

·         Linea 4 da Leopolda a Le Piagge

·         Estensione Linea 4 Le Piagge-Campi Bisenzio

LA MAPPA DELLA T2

L’avvio del servizio

La T2 Vespucci inizierà il suo servizio ordinario lunedì 11 febbraio alle 14.30

La partenza sarà simultanea con le vetture già posizionate in molte fermate in modo da far andare la linea a regime sin da subito. Chi vorrà provare il primo viaggio sulla  nuova linea T2 Vespucci troverà i tram alle seguenti fermate: Unità (2 tram), Ponte All’Asse (2 tram: uno in direzione Unità e uno in direzione Aeroporto), Buonsignori Liceo Da Vinci (2 tram: uno per ciascuna direzione), San Donato Università (2 tram: uno per ciascuna direzione), Novoli Regione Toscana (2 tram: uno per ciascuna direzione), Aeroporto (2 tram), Novoli Torre degli Agli (un tram direzione Unità).

I tram in servizio sulla T2 saranno 13 e con la nuova linea Gest ha assunto e formato 80 nuovi dipendenti tra conducenti, regolatori e manutentori. Per info www.gestramvia.com e canali social (Facebook, Twitter, Telegram).

Il biglietto

Come già per la linea T1 Leonardo anche per la T2 Vespucci è previsto un periodo di gratuità di due settimane, ovvero da lunedì 11 a domenica 24 febbraio. Da lunedì 25  febbraio sarà necessario munirsi del biglietto da 1,5 euro oppure dell’abbonamento al Tpl urbano.

Le info sulla rete

Con l’apertura della T2 la rete tranviaria fiorentina arriva a 16,8 chilometri con 37 fermate e 36 fermate in circolazione negli orari di punta. Gest garantirà 900 corse al giorno, dalle 5 a mezzanotte e mezzo che il venerdì e sabato saranno prolungate fino alle 2 di notte. Come per la T1 anche nella T2 ci sarà una corsa ogni 4 minuti e 20 secondi nelle ore di punta.

La riorganizzazione del Tpl su gomma

Domenica 24 febbraio, ultimo giorno di gratuità della T2 Vespucci, si completa la riorganizzazione delle linee Ataf, dopo la prima fase scattata in occasione dell’entrata in esercizio della T1 Leonardo. L’obiettivo è potenziare l’intera rete e facilitare l’integrazione gomma/ferro. Tra le principali novità la nascita di due nuove linee: la 16 che collega piazza Puccini a piazza Leopoldo attraversando San Iacopino e incontra la T2 Vespucci alla fermata Corsica e la T1 Leonardo alla fermata Leopoldo. E la 68, ovvero la circolare che da Brozzi, Peretola, Quaracchi arriva in viale Guidoni dove incontra la T2 Vespucci e dove c’è il nuovo parcheggio scambiatore.

Per quanto riguarda le linee modificate saranno otto (5, 7, 14, 23, 29, 30, 57, 66) mentre il 22 sarà sostituito dalla T2 Vespucci. La linea 29 toccherà via di Novoli e farà capolinea alla stazione di Rifredi e la linea 30 toccherà la fermata Guidoni della T2.

Ataf ha predisposto una campagna di comunicazione che prenderà il via da lunedì 11 febbraio e che prevede: la distribuzione della nuova mappa schematica della rete e la presenza in molte fermate di assistenti che aiuteranno le persone ad orientarsi. Alle fermate si troveranno informazioni dettagliate sul servizio (locandine, poster, messaggi variabili ecc). inoltre si può contattare il call center aziendale, consultare il sito www.ataf.net (che avrà sezione aggiornata in tempo reale sulle modifiche della rete) oppure le pagine aziendali sui canali social (Facebook e Twitter). Come per la T1 sarà realizzata la landing page www.cambianoitempi.ataf.net dedicata alle modifiche dei percorsi.

Comunicazione e alert system

La campagna di comunicazione scelta dal Comune di Firenze insieme alla Regione Toscana è “Firenze è più vicina”. Con le nuove T1 e T2 Firenze sarà più connessa sia con l’Aeroporto, che con la rete ferroviaria (ancora di più quando sarà pronta in futuro la fermata FS a Guidoni), oltre a essere più facilmente raggiungibile a chi arriva con la macchina che potrà parcheggiare a Villa Costanza per prendere la T1 Leonardo o a Guidoni per la T2 Vespucci.

La campagna, realizzata con il contributo del Por Creo – Fesr, sarà pianificata sui media regionali e sui social oltre che con affissioni in città. A ogni fermata ci saranno dei pannelli informativi che mostreranno la rete sia della T1 che della T2 e i relativi luoghi d’interesse come i parcheggi, le stazioni ferroviarie, gli ospedali, l’università, il palazzo di giustizia e la fortezza da basso, il polo fieristico della città.

Previsto l’invio a casa dei fiorentini di materiale informativo: arriverà a 193mila capifamiglia a partire dalla prossima settimana. Inoltre sarà attivato l’alert system con un messaggio del sindaco Nardella sull’avvio del servizio della T2 e sul completamento della riorganizzazione dei bus Ataf dal 24 febbraio. Anche per invitare i cittadini a prestare attenzione alle intersezioni con la nuova linea tranviaria e agli attraversamenti pedonali.

Il ruolo di CDP e MPS

La realizzazione della tramvia è stata possibile anche grazie al contributo di Cassa Depositi e Prestiti e di MPS Capital Services Banca per le imprese.

CDP ha contribuito con risorse per 136 milioni di euro sui 166 di euro complessivi di project financing stipulati a supporto dell’investimento. La stretta collaborazione tra CDP e Comune di Firenze, che ha portato al completamento dell’opera, ha avviato un percorso di lavoro congiunto che potrà proseguire anche nei prossimi anni, in vista degli ulteriori potenziamenti previsti per il sistema tramviario della città.

MPS Capital Services Banca per le imprese, la corporate ed investment bank del Gruppo Montepaschi, ha finanziato in project financing la costruzione delle nuove linee tranviarie di Firenze con un finanziamento il pool con altri istituti per complessivi 166 milioni di euro. MPS Capital Services ha guidato l’operazione con il ruolo di banca agente, di finanziatore, advisor e mandated lead arranger con una quota di 38 milioni di euro.

La curiosità

La T2 Vespucci inaugura nel 2019, esattamente 140 anni dopo l’inaugurazione del tramvai “Peretola-Firenze”. E la colonna sonora della T2 Vespucci utilizzata per gli spot radio e tv è la riedizione dell’opera scritta 140 anni fa proprio quella cerimonia. Il brano, creduto disperso, è invece tornato a nuova vita grazie alla caparbietà di Fabrizio Pettinelli, appassionato di tramvia e treni oltre tranviere e figlio di tranviere. La Nuova Pippolese ha riarrangiato il brano e lo suonerà a bordo della tramvia per la partenza lunedì pomeriggio da piazza dell’Unità all’aeroporto.

 

Fonte: Regione Toscana

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina