Consiglio regionale, aula convocata: al voto la legge su 'I Grandi Toscani'

foto di archivio
foto di archivio

Il Consiglio regionale è convocato martedì 12, alle 15.30 e mercoledì 13 febbraio, alle 9.30.

Il primo atto all'ordine del giorno di martedì è la proposta di deliberazione di iniziativa dell'ufficio di presidenza, sul Bilancio di previsione finanziario del Consiglio per il triennio 2019-2020-2021, per variazioni conseguenti all'applicazione delle quote vincolate ed accantonate, nonché destinate a investimenti dell'avanzo presunto di amministrazione 2018.  Al voto poi il parere sul Bilancio previsionale 2019 di Irpet e, accompagnata dal parere delle commissioni prima e seconda in seduta congiunta, la legge su “ I Grandi Toscani. Celebrazione di personalità illustri ed istituzioni storiche della Toscana”.

Ancora, l'Aula è chiamata a votare la proposta di legge per le Città murate della Toscana (contributi per il 2019) e la proposta di legge per l'istituzione del fondo per la nascita e lo sviluppo di imprese start-up innovative.

All'ordine del giorno anche una proposta di risoluzione sulla recente definizione del percorso diagnostico terapeutico assistenziale sulla fibromialgia e la proposta di legge sui rimborsi connessi alle procedure di trapianto di organi presso centri trapianto collocati in altre regioni italiane. Entrambi gli atti sono accompagnati dal parere unanime della commissione sanità.

In materia di ambiente, è in agenda anche l'aggiornamento dell'elenco regionale degli alberi monumentali.

Tra i temi oggetto di interrogazioni a risposta immediata, “la situazione odierna della Fondazione e della Associazione ‘Il Forteto” e “la mancata risposta da parte di Regione Toscana alla richiesta informazioni del neo-Commissario”, d'iniziativa del portavoce dell'opposizione, Jacopo Alberti; la richiesta di restituzione delle opere trafugate dai nazisti in Toscana ( Marco Casucci e Elisa Montemagni, Lega); le cure omeopatiche all'interno del Servizio sanitario regionale e in particolare all'apertura di un ambulatorio di omeopatia per donne in gravidanza presso l'Ospedale S. Maria Annunziata di Ponte a Niccheri (Marco Sarti, Sì Toscana a Sinistra); il nuovo Progetto per l'Ospedale di Livorno (Monica Pecori, Misto/ Toscana per Tutti); la situazione degli scarti derivanti dalla lavorazione tessile nel Distretto di Prato (Nicola Ciolini, Pd);“la volontà del Governo di aprire un Centro di permanenza per il rimpatrio (CPR) a Coltano”, frazione del Comune di Pisa (Antonio Mazzeo, Alessandra Nardini, Andrea Pieroni, Pd);

All'ordine del giorno anche una proposta di risoluzione sulle novità normative introdotte dalla Legge Finanziaria 2019 (L.145 del 30 dicembre 2018) in materia di commercio su aree pubbliche (Paolo Marcheschi, FdI) e una proposta di risoluzione sugli indirizzi regionali a garanzia dell'effettiva applicazione della legge 194/78 riguardo al percorso consultoriale, l'implementazione dell'aborto farmacologico anche extraospedaliero nonché l'accesso alla contraccezione gratuita, firmata da Paolo Sarti e Tommaso Fattori (Si Toscana a Sinistra), Serena Spinelli ( Art.1 – Mdp); Monica Pecori, (Gruppo misto tpt) e le consigliere del Pd: Alessandra Nardini, Monia Monni, Valentina Vadi, Elisabetta Meucci, Fiammetta Capirossi, Ilaria Bugetti, Ilaria Giovannetti.

Fonte: Consiglio regionale della Toscana - ufficio stampa

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro
torna a inizio pagina