Picco influenza, Alberti: “La Regione intervenga contro accessi impropri”

“Due settimane fa, quando ancora non c'era il picco influenzale, già il pronto soccorso di Torregalli era tilt per gli accessi impropri – dice il consigliere regionale Jacopo Alberti – la Regione avrebbe dovuto attivarsi con i medici di famiglia per informare i cittadini. Non si possono chiedere straordinari e ore in più a chi già lavora su turni anche di notte, per sopperire alle carenze di informazioni e di strutture intermedie. Su 140 accessi al PS di Torregalli, ben 100 erano impropri, ovvero persone con i sintomi dell’influenza che rischiano di bloccare il reparto. Queste patologie devono essere curate dai medici di famiglia, è evidente che manca un’informazione capillare ai cittadini”. “Ho presentato un’interrogazione – dice Alberti – perché voglio capire se il piano vaccinale contro l’influenza ha funzionato. Se ci sono delle falle nel sistema, vanno corrette, perché queste situazioni non si ripetano più. I cittadini dovrebbero essere stati informati sulle modalità di accesso al pronto soccorso e sulle vaccinazioni per l’influenza, queste emergenze vanno previste e prevenute, anche a tutela dei lavoratori, perché - conclude l'esponente leghista - non è possibile che siamo sempre a rincorrere le emergenze”.

Fonte: Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro
torna a inizio pagina