Tav e aeroporto, Alberti (Lega): "Grandi opere sì, ma al servizio dei cittadini"

Tav, Aeroporto di Firenze, infrastrutture: l’esponente leghista, a margine del consiglio regionale solenne per la commemorazione del Giorno del Ricordo dei martiri delle Foibe, parla degli investimenti in Toscana

“Analizziamo i report sui costi e i benefici, guardiamo i progetti, non è detto che non ci sia qualcosa di migliorabile – spiega il consigliere regionale Jacopo Alberti – la Lega ha sempre sostenuto le grandi opere pubbliche, sono investimenti importanti sui territori, per stare al passo col resto del mondo. Ma devono essere a favore dei cittadini e dei residenti, ascoltando quelle che sono le problematiche e i cercando di capire i risvolti di certe decisioni. La priorità sono i cittadini di Firenze, i toscani, i servizi per i lavoratori, i pendolari, non l’arricchimento di imprenditori o i turisti mordi e fuggi”.

“Sull’aeroporto, dopo il sì dei tecnici alla conferenza dei servizi, speriamo di poter destinare una parte dei fondi pubblici al collegamento veloce tra Peretola e il Galilei di Pisa. Abbiamo sempre parlato di sistema aeroportuale toscano, non abbiamo cambiato idea. E sulla Tav fiorentina – dice Alberti – i lavori non possono restare a metà come adesso, con una voragine inutile. Non possiamo permetterci di buttare via anni e soldi già spesi. Ma i progetti possono essere rivisti, magari migliorati, modernizzati e resi meno onerosi. Altrimenti si rischia di far fare alla Tav la fine della tramvia: ritrovarsi con un sistema di trasporti nuovo ma già vecchio a causa dei lavori mal gestiti, troppo lunghi e costosi, basati su progetti ormai obsoleti. I progetti si possono rivedere e adeguare, nell’ottica di un risparmio di soldi e tempo”.

Fonte: Ufficio stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina