La collezione Playmobil di Alfonso Lionelli richiesta anche a Le Mans

La collezione Playmobil di Alfonso Lionelli

La collezione Playmobil di Alfonso Lionelli dopo il grande successo ottenuto a Chianciano Terme nelle varie edizioni ora è richiesta da varie città italiane come Firenze e Roma e dalla Francia, per essere ammirata all’interno del Centro Espositivo a Le Mans dove ad ottobre 2019 si terrà la 1a edizione della Fiera Europea di Playmobil. La collezione, intanto, è gemellata con Siviglia in Spagna.

L’amministrazione comunale di Chianciano Terme da anni concede il patrocinio per l’allestimento di imponenti diorami del collezionista privato Alfonso Lionelli, da tempo cittadino chiancianese, che negli ultimi anni ha ideato, progettato e realizzato, con tematiche sempre diverse, le ‘Mostre Playmobil’a Chianciano Terme in occasione delle festività natalizie. Nell’ultima edizione, che si è svolta tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019, la quarta, sono arrivati, come sempre, da tutta Italia e non solo, ben 3744 visitatori, tra grandi e piccoli, per ammirare l’ultima realizzazione dedicata alla Francia tra Otto e Novecento e a Chianciano Terme nel periodo natalizio.

L’interesse per la Playmobil è internazionale come le collaborazioni ai progetti espositivi di Alfonso Lionelli. Per la IV edizione della mostra di Chianciano Terme hanno collaborato con Alfonso Lionelli: Ivan Madrigal, un pittore messicano, che dipinge a olio con l’uso della spatola, una serie di ritratti sostituendo ai personaggi reali ritratti nei classici del 15° e 16° secolo i personaggi della Playmobil; Celes Moebius (PlayMoebius) una azienda che produce pezzi speciali e personalizzati di Siviglia, in Spagna.

Chianciano Terme può definirsi oggi “la capitale italiana della Playmobil” grazie alla passione di questo collezionista i cui diorami sono richiesti in Italia e all’estero. In realtà si legge sui murales dipinti nella stazione termale che qui questa collezione è importante, tanto che è stata rappresentata nel gigantesco murales in prossimità dello stadio comunale “Mario Maccari”.

“Per me – afferma Alfonso Lionelli - è vera passione e  con pazienza e sacrificio si possono ottenere grandi risultati ma, senza le preziose collaborazioni che da sempre mi stanno accanto non si raggiungono importanti obiettivi. A tal proposito ringrazio i miei collaboratori stretti Chesco Fernadez, Michele e Tony, che hanno lavorato alla grafica e al montaggio, Gianluca Palazzi e Leonardo Canestrelli della Proloco di Chianciano Terme, oltre a Saverio Baratta per la realizzazione de ‘Il Paese di Babbo Natale’, il gestore del trenino ‘Polar Express’ ed i vari sponsor (hotel, bar, ristoranti).

Alfonso Lionelli, ha 39 anni ed ha trasferito la sua imponente collezione nella stazione termale dal 2001, anno in cui da Napoli è arrivato con la sua famiglia a Chianciano Terme. Il primo gioco della Playmobil di Alfonso Lionelli lo ha ricevuto in regalo all’età di sei anni e da allora è diventata una grande passione e nel tempo ha acquisito una imponente straordinaria raccolta con pezzi rarissimi. Ma lui non si è accontentato di acquisire pezzi oggi è un abile ‘trasformatore’ tanto che l’unicità della sua collezione è il fatto che ciascun pezzo non esiste in commercio, in quanto modificato per essere inserito nei contesti narrativi che di volta in volta rappresenta. Lionelli ha dato anche un titolo alla sua collezione, una delle più importanti a livello europeo: “Don’t play-mobile but Playmobil”.

Fonte: Comune di Chianciano Terme Ufficio stampa

Tutte le notizie di Chianciano Terme

<< Indietro
torna a inizio pagina