Lavori linea ferroviaria Lucca-Viareggio, Ceccarelli: "Le cose stanno funzionando"

Vincenzo Ceccarelli
Vincenzo Ceccarelli

Lavori sulla tratta ferroviaria tra Lucca e Viareggio: le criticità “che creavano difficoltà ai cittadini sono ora in gran parte superate”. La consigliera Elisa Montemagni accoglie positivamente le informazioni fornite dall’assessore regionale ai trasporti, Vincenzo Ceccarelli in risposta a due interrogazioni, la prima della capogruppo della Lega in Consiglio regionale, la seconda del presidente della commissione Ambiente e territorio, Stefano Baccelli (Pd). “Possiamo dire che pur con gli inevitabili disagi di un servizio sostitutivo, le cose oggi stanno funzionando bene”, è la sintesi di Ceccarelli, che ha fornito un quadro aggiornato dello stato dei lavori e dei servizi sostitutivi approntati per ridurre i disagi ai passeggeri.

“La circolazione è stata interrotta dal 2 gennaio e lo sarà per tutta la prima metà del 2019 (terminerà il 30 giugno, ndr) – ha spiegato Ceccarelli – per consentire importanti lavori di manutenzione. La comunicazione ufficiale dei lavori è stata data in una riunione appositamente convocata in Regione già prima che fosse presentata l’interrogazione. Hanno partecipato tutti gli amministratori interessati alla tratta e i rappresentanti dei massimi livello di Trenitalia e Rfi”. I lavori, com’è noto, riguardano la manutenzione della galleria Ceracci, “lunga 1.6 chilometri, con un intervento da 12milioni di euro per la realizzazione di un canale per il convoglio delle acque e risoluzione dei fenomeni di infiltrazione delle acque”, ha spiegato Ceccarelli. Verifiche di fattibilità sono state effettuate per “garantire servizi attraverso altre tratte ferroviarie, sia con un servizio bus sostitutivo”, oggetto di costante monitoraggio. Bus da Viareggio e da Lucca sono stati messi in servizio, tenendo conto anche dai tanti pendolari sulla linea tirrenica che scendono a Viareggio e proseguono per Lucca. Treni straordinari sono previsti nei giorni del Carnevale di Viareggio. È stata concordata una capillare informazione rivolta ai passeggeri.

“L’interrogazione era stata presentata nel mese di novembre”, ha spiegato Elisa Montemagni, che chiedeva a presidente e Giunta regionale “quale sia la motivazione per cui ad oggi non vi sia alcuna comunicazione ufficiale e chiara circa i lavori e i tempi previsti per effettuarli” e, ancora, “quali siano i reali tempi di interruzione e quali specifiche iniziative siano state prese affinché non si creino nuovamente eccessivi disservizi per cittadini e pendolari”. Permangono invece ancora oggi segnalazioni“riguardo a mezzi inadeguati che i disabili non riescono a prendere”, ha avvertito la consigliera, che ha ricordato anche lamozione “approvata all’unanimità dal Consiglio regionale la scorsa settimana con emendamenti del Partito democratico”. Per passeggeri con mobilità ridotta, aveva spiegato Ceccarelli nel corso dell’illustrazione, “è possibile rivolgersi alla Sala blu di Firenze per richiedere la disponibilità di bus accessibili in grado di assicurare il viaggio”.

L’interrogazione di Stefano Baccelli interrogava il presidente Rossi per sapere, “al fine di evitare ogni possibile disagio all’utenza interessata”, quali siano “gli standard previsti per garantire la piena efficienza del servizio” come ad esempio “la presenza di personale di Trenitalia con funzioni di assistenza nelle stazioni di Lucca e Viareggio” e per assicurare “un costante monitoraggio relativo sia al rispetto del cronoprogramma dei lavori che al grado di efficienza e di soddisfazione delle esigenze dell’utenza” del servizio sostitutivo.

Il presidente Baccelli si è detto molto soddisfatto della risposta dell’assessore.

Fonte: Consiglio regionale della Toscana

Tutte le notizie di Lucca

<< Indietro
torna a inizio pagina