Reddito di cittadinanza, il M5S: "Da Rossi attacco ai più deboli"

“Il governatore Enrico Rossi ha deciso che il contrasto alla povertà e all’esclusione sociale non è una priorità della sua politica regionale e nazionale e prova in tutti i modi a boicottare il reddito di cittadinanza”. Così il gruppo consiliare regionale del Movimento 5 stelle in una nota. Il governo ha immesso nel circuito sociale una misura a difesa degli ultimi. “E, per tutta risposta, il capo politico della giunta regionale si scaglia contro l’assunzione dei navigator, cioè – proseguono - di quelle figure che dovranno individuare, accompagnare e seguire i beneficiari del reddito di cittadinanza nel loro percorso di riqualificazione formativa e inserimento nel mondo del lavoro. Con questo atteggiamento Rossi decide di fare campagna elettorale a discapito dei più deboli. Una strategia cinica che non si preoccupa – concludono dal M5S - di creare danno ai nostri corregionali”.

Fonte: M5S - Regione Toscana



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina