Siulp Pisa soddisfatto per il presidio di polizia municipale nei pressi della stazione

Il S.I.U.L.P.-PISA, a distanza di circa 8 mesi dall’insediamento della giunta Conti, al di là di alcune iniziative non soddisfacenti, di alcune sovraesposizioni mediatiche e di alcune dichiarazioni non corrispondenti al vero, esprime soddisfazione per alcuni risultati raggiunti.

L’occasione per esprimere tale soddisfazione nasce dall’insediamento del presidio di polizia municipale nei pressi della Stazione, richiesta che il S.I.U.L.P.-PISA aveva avanzato in tante e diverse circostanze già al Sindaco Filippeschi, anteponendola ai tentativi di spostare la Questura quale soluzione per presidiare quella zona e per di più in un palazzo vetusto, non all’altezza della situazione e poco attinente alle priorità della città e della sicurezza dei suoi cittadini.

Una soluzione concreta, come quella del potenziamento dell’organico della municipale e dei vigili di quartiere con il finanziamento della regione, nei confronti della quale Vito Giangreco a nome del S.I.U.L.P.-PISA, a testimonianza della propria equidistanza dalla politica, esprime apprezzamento, invitando il sindaco, l’assessore alla sicurezza e tutta la giunta a continuare in progetti e soluzioni concrete con maggiore coraggio.

Certamente la discontinuità con il passato si realizza con fatti tangibili per intercettare il malessere della gente attraverso un’azione politica concreta e non di slogan, di investimenti sulle politiche sociali e sulla casa e non di decisioni salottiere e autoreferenziali tanto meno di impiego massiccio di forze dell’ordine ma soprattutto non dimenticando il nobile sentimento della solidarietà e dell’accoglienza.

La buona politica sulla sicurezza non può e non deve avere bandiere politiche ma deve essere al servizio di tutti i cittadini, deve avvalersi della sinergia di tutte le forze dell’ordine ed il Sindacato di Polizia S.I.U.L.P.-PISA sarà sempre a fianco di chi fa una buona politica per la sicurezza in modo equidistante e non asservito, ribadendo la necessità di istituire "un osservatorio sulla sicurezza” con la partecipazione delle rappresentanze sindacali di polizia, non alternativo al Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che ha nel Prefetto e nel Questore ottime cabine di regia sia sotto l’aspetto politico che tecnico.

Fonte: Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia Segreteria Provinciale di Pisa



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina