Strisce Blu: drastica riduzione sul litorale di Pisa

(foto di archivio)
(foto di archivio)

Strisce Blu Litorale Pisa, ConfcommercioPisa: “Decisione giusta, avanti con nuovi parcheggi, viabilità e decoro”

"Bravo sindaco, la decisione è quella giusta!" È il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli ad approvare la scelta del sindaco Michele Conti di ridurre le strisce blu in città, proprio a partire dal litorale pisano: “La scelta del sindaco trova il nostro pieno appoggio e consenso” - ammette Pieragnoli: Come associazione siamo sempre stati in prima linea, a cominciare dalla durissima battaglia che negli anni abbiamo sostenuto contro il provvedimento dell'ex assessore Giuseppe Forte e difeso con argomenti risibili dall'Ad di Pisamo Fabrizio Cerri. Respingemmo sin dall'inizio quell'idea predatoria di trasformare il litorale pisano in un comodo bancomat dell'amministrazione comunale sottesa all'impiego indiscriminato e in taluni casi addirittura assurdo delle strisce blu. Un provvedimento dannoso e controproducente, penalizzante per il sistema d'accoglienza e l'economia di questo territorio, senza che in aggiunta fosse offerta alcuna contropartita in termini di servizi, investimenti, opportunità. Se adesso finalmente la musica sta cambiando, gli imprenditori del litorale non possono che esserne felici”.

La stagione estiva si avvicina velocemente” – aggiunge il direttore di ConfcommercioPisa - “e riteniamo che altre importanti partite possano essere realizzate: penso ad esempio al progetto di rapida soluzione di ricavare nuovi parcheggi sulla via Litoranea, come da noi più volte proposto, che sarebbe strategico già a partire da questa estate, penso ancora ai tanti miglioramenti possibili sia in termini di decoro, sia in termini di viabilità”.

Un chiaro e convincente segnale di sviluppo turistico e di accoglienza con ricadute anche sociali rivolto a tutti coloro che decidono di venire e soggiornare sul nostro litorale”così considera questa decisione Fabrizio Fontani, presidente di ConfLitorale ConfcommercioPisa:“A partire da una cronica carenza di parcheggi sulla via Litoranea, molto saggia e da noi auspicata la decisione della Giunta di liberare l'area camper e ricavare anche nuovi parcheggi, così come altrettanto auspicabile sarebbe l'abbattimento degli immobili fatiscenti già recintati, la potatura del verde, il riassetto razionale e omogeneo degli stalli di sosta, il ripristino della palizzata”.

Riduzione degli stalli blu sul Litorale, Maurizio Nerini (Capogruppo Noi Adesso Pis@ Fratelli d’Italia) 

Questa era la notizia che aspettavamo e per la quale col Sindaco Conti e la Pisamo abbiamo lavorato da tempo insieme, insistendo per mantenere una promessa fatta in campagna elettorale: diminuire drasticamente gli stalli blu parcheggi a pagamento a partire dal Litorale… e lo abbiamo fatto! 
Quindi da questa estate nel centro di Marina -60% di stalli blu e “drasticamente ridotti” quelli delle vie interne e quelli disegnati sulla …ghiaia! Restano sul Lungomare e la prima parallela via Morioni - via Diacono come restano a pagamento tutta la Litoranea, però con l’introduzione di molti stalli bianchi. Si recuperano a pagamento i 180 stalli nella ex “area camper Arnino”, mentre a Tirrenia restano invariati gli stalli a pagamento nella zona centrale, così come quelli del bagno “ex americani”. A Calambrone: situazione invariata anche per andare incontro ai residenti che chiedono di avere degli spazi 
Con il centrodestra a Pisa un cambio di passo notevole e un segnale tangibile, non solo psicologico per incentivare coloro che vogliono godersi il nostro mare. 

Confesercenti: Strisce blu sul Litorale, finalmente una riduzione. Ora interventi per il Calambrone

“Una battaglia vinta dalla nostra associazione ma soprattutto dai commercianti di Marina che si erano rivolti addirittura al Tar per ottenere un equilibrio tra sosta libera e quella a pagamento”. E’ Alessandro Cordoni, presidente Confesercenti Litorale, ad esprimere soddisfazione per l’annuncio dell’amministrazione comunale di ridurre le strisce blu nel periodo estivo. “Una decisione frutto del buon senso – aggiunge – considerando l’impossibilità di individuare aree di sosta soprattutto a Marina che fossero alternative a quelle a pagamento. Mettere tutto a pagamento era evidentemente penalizzante. Ci siamo sempre battuti con la precedente amministrazione per ottenere qualche concessione, a partire da soste di cortesia fino a diversificare il pagamento tra giorni festivi e fine settimana senza però ottenere niente”. Per Cordoni, però, c’è ancora qualche passo da fare per venire incontro alle esigenze degli operatori del litorale. “Penso innanzitutto a Calambrone dove il problema della sosta libera non è stato ancora risolto. Parliamo di una frazione che sia a livello commerciale che di strutture, sia balneari che ricettive, ha fatto una crescita molto importante in questi anni. Sconta ancora, purtroppo, la mancanza di aree di sosta. Rilanciamo a tale proposito una nostra proposta, quella cioè di affidare alle spiagge attrezzate la gestione di alcuni stralli blu. Per Pisamo ci sarebbe la convenienza di ricevere comunque la tariffa a prescindere dall’occupazione, per i balneari un servizio ad hoc per la propria clientela. Anche su Marina – conclude il presidente di Confesercenti Litorale – ci attendiamo alcuni interventi già concordati con l’amministrazione come la rimozione della baracche sulla via Litoranea. E ancora la trasformazione dell’area camper all’incrocio con via Arnino in area di sosta per le auto, richiesta già presentata anche da Assocamping. Infine le spiagge di ghiaia il cui spianamento ci auguriamo che quest’anno avvenga non a stagione già avviata”.

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina