CasaPound denuncia lo stato di abbandono del giardino dell’asilo Turziani a Scandicci

il candidato a Sindaco Matteo Daddi e la situazione del giardino

Questo pomeriggio, a seguito delle numerose segnalazioni da parte dei genitori, i militanti di CasaPound Scandicci hanno denunciato, con lo striscione “BAMBINI SENZA GIOCHI, AMMINISTRAZIONE ASSENTE", la situazione del giardino dell’asilo Turziani che da più di anno si trova senza giochi a causa dell'inerzia del Comune che non sta provvedendo a reinstallarli.

“La situazione del giardino dell'asilo è paradossale", dichiara il candidato a sindaco di Scandicci per CasaPound,  Matteo Daddi, “perché la struttura dell'asilo è di proprietà statale,  mentre il giardino che la circonda è di proprietà comunale. Da oltre un anno, dopo alcuni lavori durante i quali i giochi sono stati rimossi, il comune è latitante, i giochi non vengono rimessi e i bambini sono costretti a portarsi i balocchi da casa. È veramente vergognoso perché adesso, con l'inizio della bella stagione, il giardino verrà utilizzato di più ma senza divertimenti per i più piccoli”.

“L’assenza dell’amministrazione è l'emblema di questi 5 anni di giunta Fallani", prosegue Daddi, “cioè una giunta che ha campato di spot pubblicitari,  annunci ad effetto, moltissimi selfie, tante chiacchiere sui massimi sistemi e ben pochi provvedimenti concreti a favore degli scandiccesi. Se certi assessori avessero impiegato tutte le energie spese nel chiedere la chiusura della nostra sede per risolvere i problemi di Scandicci probabilmente oggi non avremmo dovuto protestare davanti all'asilo al fianco dei genitori".

“È necessario un vero cambio di mentalità nella gestione della nostra città”, conclude il candidato a sindaco per CasaPound, “perché un'amministrazione comunale deve porre al centro della propria azione i cittadini e soltanto in seconda battuta tutto il resto. Nel nostro programma elettorale sono previste specifiche misure a favore della famiglia e delle giovani coppie italiane che vogliono fare figli, esattamente l'opposto della sinistra che preferirebbe importare immigrati piuttosto che mettere le coppie italiane in condizione di allargare il nucleo familiare. In attesa di entrare in Consiglio comunale, CasaPound Scandicci continuerà a sostenere i genitori fino a che i giochi non saranno ripristinati”.

AGGIORNAMENTO

I genitori firmatari della lettera in allegato desiderano precisare che né il Movimento Casa Pound né qualsiasi altro partito o movimento politico ha mai ricevuto l’incarico della maggioranza dei genitori a procedere in loro nome, e pertanto diffidano chiunque a parlare in loro nome senza autorizzazione.

Fonte: CasaPound Firenze



Tutte le notizie di Scandicci

<< Indietro

torna a inizio pagina