Erasmus Plus, delegazioni all'Enriques per potenziare la lingua inglese

erasmus-italia_enriques_castelfiorentino_1

Immigrazione e concetti di integrazione è uno degli argomenti di cui si parla molto, sotto diversi aspetti, e coinvolge più o meno tutti quanti. Vedere come i giovani affrontano questa tematica suscita notevole interesse, soprattutto quando ciò avviene attraverso un confronto di idee e condivisione di esperienze tra studenti di diversi paesi europei. Questo è stato il tema centrale del meeting che ha avuto luogo nel febbraio scorso presso l'Istituto Superiore "F. Enriques" di Castelfiorentino, nell'ambito del progetto Erasmus+ "Work in Progress: Students Managing Public Relations Skills in Schools". L'evento è stato l'ultimo di una serie che è iniziata due anni fa in Germania, per proseguire poi in Finlandia, Estonia e Scozia, paesi da cui provengono le scuole partecipanti a questo progetto europeo.

Le quattro delegazioni di studenti e insegnanti si sono riunite insieme al gruppo italiano presso la sede del polo scolastico valdelsano per dare vita ad una serie di attività basate principalmente sull'argomento 'immigrazione e integrazione', dopo un lavoro di ricerca e di preparazione di materiale audio-visivo, ognuno nelle proprie scuole, che è stato integrato e arricchito con ulteriori lavori durante la settimana del meeting.

Ogni gruppo di studenti ha presentato la situazione in ciascun paese e scuola di appartenenza, con l'ausilio di statistiche esposte in audio-files e slides presso l'auditorium dell'Enriques, per poi continuare il lavoro in gruppi misti selezionati per nazionalità in cui gli studenti si sono confrontati sul tema e hanno collaborato alla pianificazione di ulteriori file audio che sono stati creati al termine del meeting presso lo studio della web radio dell'istituto, a cui ha dato un notevole contributo l'assessore del Comune di Castelfiorentino, Francesca Giannì, che ha partecipato ad una conferenza con studenti, insegnanti e rappresentanti di enti impegnati nell'immigrazione e successivamente ha partecipato attivamente con i gruppi di lavoro degli studenti, mettendo a disposizione la sua esperienza, il suo ampio bagaglio culturale, il suo entusiasmo, il tutto espresso in un inglese di qualità e molto fluido.

A fare da cornice agli workshops e alla conferenza, ci sono state le visite a luoghi di interesse storico-artistico come Firenze e San Gimignano, una visita guidata al museo Be.Go di Castelfiorentino e una full immersion tra natura, arte, storia del vino a Montespertoli, con il benvenuto da parte del sindaco, Giulio Mangani.

Il meeting ha avuto ottimi risultati. In particolar modo, la conferenza, le interviste e la produzione di audio-files sono risultate molto interessanti e costruttive sia dal punto di vista dei contenuti e della partecipazione, che dal punto di vista linguistico, in quanto i partecipanti hanno avuto ancora una bella opportunità per potenziare le conoscenze della lingua inglese.

La dirigente, Patrizia Paperetti e il coordinatore, Andrea Conforti ringraziano tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita di questa esperienza: il Comune di Castelfiorentino e in particolare Francesca Giannì, il sindaco di Montespertoli, Josemar e Francesca del progetto SPRAR empolese e la prof.ssa Rosa Cianciulli per il loro intervento alla conferenza, le persone che hanno collaborato alle visite guidate, la prof.ssa Daniela Casagli e il Centro Sportivo Studentesco dell'Enriques per lo spettacolo offerto a conclusione del meeting, gli insegnanti e gli studenti delle scuole Otto Hahn Gymnasium di Ostfildern, la Peebles High School, la Vammalan Lukio, e il Lähte Ühisgümnaasium di Tartu, con cui si stanno già pianificando le attività del prossimo progetto.

Fonte: Iis 'F. Enriques' Castelfiorentino

Tutte le notizie di Castelfiorentino

<< Indietro
torna a inizio pagina