La riscossa del centrodestra a Capraia e Limite: c'è Nicolò Tani per l'alternativa

(foto gonews.it)

"Piccolo non è sempre bello se amministrato cosi": Nicolò Tani viene presentato come candidato unitario del centrodestra a Capraia e Limite nel nome del cambiamento, come principale concorrente per riportare la presenza in Consiglio comunale dopo 5 anni.

40enne, assicuratore, originario di Limite sull'Arno ma residente a Capraia Fiorentina, da qualche settimana padre del secondo figlio: la convergenza sulla sua figura è giunta negli scorsi giorni. Per lui è il debutto nell'agone politico.

Alla presentazione per Fdi il coordinatore sull'Empolese Valdelsa Federico Pavese (che a sostegno di Tani si candiderà proprio a Capraia e Limite, dopo anni di impegno politico nella vicina Montelupo Fiorentino), il consigliere regionale Paolo Marcheschi, il coordinatore provinciale Claudio Gemelli, per Forza Italia Diego Crocetti, coordinatore locale, per la Lega il segretario per l'Empolese Valdelsa Marco Cordone.

Sono già stati individuati dei punti di programma da affermare per 'rivitalizzare' il comune sulla riva dell'Arno: il ponte su Fibbiana che da 30 anni è ancora progetto, i costi delle mense scolastiche e un programma di ampio respiro per le famiglie, la valorizzazione del Montalbano, riportare un presidio di sicurezza con la polizia municipale sul territorio dopo la gestione associata dell'Unione, incentivare la vita sociale per evitare la 'transumanza' dei giovani nei luoghi di divertimento.

Il candidato Tani ha voluto affermare il suo punto: "Finora c'è stata sola ordinaria amministrazione, le piccole attività a Capraia e Limite hanno avuto nessun supporto dalla politica, sta diventando un paese dormitorio. Voglio il cambiamento e ricreare comunità e partecipazione democratica nel territorio".

Pavese ha introdotto la candidatura: "Lo slogan temporaneo è Aria nuova ed è tempo che il centrodestra dopo 5 anni ritorni in Consiglio comunale. Anche dopo le parole di Tani su Facebook, che ho apprezzato, vedo che c'è un buon fermato sul territorio. Capraia e Limite è un comune piccolo ma strategico. Ci ha solo rimesso dall'ingresso nell'Unione dei Comuni, come la 'chiesina' che va a elemosinare al 'duomo'.

Marcheschi ha specificato il potenziale della forza dell'unità del centrodestra: "È un ottimo segnale anche in zone complicate. Conosco Nicolò, in questi giorni vedo tante facce nuove per la Politica con la P maiuscola. In altri comuni stiamo ancora cercando la quadra".

Gemelli punta sull'aspetto identitario: "Vediamo oggi che anche in piccole realtà ci sono delle eccellenze da valorizzare. Identità sia una delle parole chiave che Nicolò userà in campagna elettorale. Questa non è una partita di testimonianza, rappresentiamo l'alternativa".

Anche Cordone, passandola con una battuta, vuole "arrivare primo al Palio con la montata", considerando il passato da canottiere e kayak, per "mandare Giunti a casa". Nel suo intervento ha ricordato i temi cari al Carroccio: la creazione di un assessorato alla sicurezza, la dotazione del taser per la polizia municipale e il rafforzamento di questa.

Elia Billero



Tutte le notizie di Capraia e Limite

<< Indietro

torna a inizio pagina