Follia a Empoli: non gli accettano la banconota, spara contro la vetrata di una sala slot

Momenti di paura pochi giorni fa in una sala slot di Empoli, quando un uomo ha sparato contro la vetrata dopo un diverbio per via di una banconota. A riportare il fatto è l'edizione di oggi, domenica 10 marzo, de Il Tirreno.

È sera inoltrata quando un uomo, un italiano sulla cinquantina, entra nella sala slot, situata poco lontano dal centro storico. Non è un habitué del locale, ma è già stato visto lì in altre circostanze. La sala non è vuota, ma neppure affollata, è una serata nella media.

L'uomo si avvicina al banco perché vuole cambiare una banconota da cinquanta euro per poi giocare alle slot. Alla cassa, però, arriva il rifiuto: la banconota non supera i controlli delle macchine. Probabilmente quei soldi sono 'sospetti'.

Nell'avventore comincia a montare l'ira, nasce un diverbio e, quando tutto sembra composto, arriva il terribile finale. L'uomo estrae una pistola e spara due o tre colpi contro la vetrata. Poi rimette l'arma al suo posto, esce dal locale, raggiunge l'auto e va via.

All'interno della sala slot sono tutti a terra, pietrificati dalla paura; nessuno segue il cinquantenne fuori e nemmeno riesce a prendergli la targa. Non ci sono feriti, solo danni allo stabile. Vengono allertate le forze dell'ordine, in questo caso la polizia.

Proprio il commissariato di piazza Gramsci sta indagando e passerà al vaglio sia le testimonianze sia le immagini di videosorveglianza, ma non sarà facile risalire all'identità dell'uomo.



Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

torna a inizio pagina