A Volterra una mostra dedicata al disegno e all’alabastro

foto di archivio
foto di archivio

Una mostra dedicata al disegno legato all’alabastro. E’ quella che l’amministrazione comunale di Volterra sta preparando in vista dell’autunno. «Negli anni molte mostre importanti sono state dedicate alla pietra volterrana e ai suoi protagonisti, ma mai nessuna ha avuto come focus esclusivo il disegno – spiega l’assessore alla cultura Eleonora Raspi – Ora è tempo di allestire una grande mostra che possa dare uno spaccato di tutto quel mondo artistico che esiste intorno alla scultura in se per sé. Sono mesi che lavoriamo a questo progetto, la curatrice Irene Taddei sta portando avanti un lavoro egregio di ricerca dei materiale e di costruzione di rapporti con i maggiori protagonisti dell’alabastro della città. Unico dispiacere che per ragioni legate ai tempi e alla ricerca sponsor, non siamo riusciti ad inaugurarla entro maggio. Sono certa però che qualsiasi amministrazione giunga dopo la nostra accoglierà l’iniziativa con entusiasmo». L’iniziativa verrà presentata ufficialmente sul sito Art Bonus del Comune di Volterra (e quindi chi vorrà contribuire al progetto beneficerà dei vari sgravi fiscali), che verrà lanciato online nella prima settimana di aprile.

A cura di art designer/fotografa Irene Taddei, l’iniziativa vede la collaborazione della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Pisa e Livorno nella figura di Amedeo Mercurio e della casa editrice Pacini, che si occuperà inoltre di realizzare il catalogo finale. Nell’attuale fase di ricerca e selezione dei disegni, oltre ad attingere dalla collezione comunale, sono già stati coinvolti alcuni artigiani, la Cooperativa Artieri, Alab’arte, ALI, Palazzo Viti, lo storico Istituto d’Arte, le famiglie Bruchi, Rossi/Fiumi, Giglioli/Bessi, ma il lavoro continua e probabilmente molto altri verranno coinvolti.

«La mostra ed il catalogo” – spiega Taddei – vogliono raccogliere le splendide collezioni di disegni che ancora appartengono a privati e ad aziende a Volterra per documentare il lavoro preparatorio alla realizzazione dei pezzi che hanno reso famoso l’artigianato artistico volterrano nei secoli. Partendo dai sofisticati disegni ottocenteschi e passando dai progetti di Umberto Borgna del Novecento si arriva alla catalogazione di schizzi e idee di importanti architetti, designer e artisti contemporanei».

Fonte: Comune di Volterra - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Volterra

<< Indietro
torna a inizio pagina