Concorso per nuovi infermieri: a breve il bando. Opi Firenze-Pistoia intervista Paolo Franchi di Estar

Concorso per nuovi infermieri: a breve il bando. Per fare il punto su quanto sta per accadere in Toscana e, in particolare nella Ausl Toscana Centro, abbiamo intervistato Paolo Franchi, referente per la sezione territoriale Centro di Estar.

Partiamo da oggi. Qual è la situazione?

«L’ultimo grande concorso per infermieri è stato nel 2016, quando ci furono 16mila domande
iniziali, seguite da 13mila partecipanti effettivi alle prove. Da quel concorso è nata una graduatoria
con 2100 professionisti, che è stata poi esaurita in circa due anni. Ora la Ausl Toscana Centro sta
assumendo per mobilità. A breve, fra una decina di giorni circa, sarà pronta anche la graduatoria a
tempo determinato con circa 3.800 persone e, da quel momento, si potrà utilizzare anche questo
strumento. Ma la novità più attesa è ovviamente il futuro concorso a tempo indeterminato. Non lo
abbiamo ancora potuto fare, purtroppo, perché la normativa sui concorsi prevede che prima si
debba esaurire la vecchia graduatoria, poi fare la procedura di mobilità, che dura un anno, e solo
dopo questi due passaggi partire con un nuovo concorso. Sia Careggi che l’azienda ospedaliera
senese finiranno entro fine marzo la mobilità e a quel punto potranno partire con il concorso».

Dal 2019 sono cambiate le modalità concorsuali. Questo riguarderà anche i concorsi in arrivo in
Toscana?

«Secondo le norme inserite nella nuova Legge di Bilancio, ogni concorso dovrà in futuro essere
mirato ai posti strettamente necessari e, una volta individuati e assunti i soggetti in questione, la
graduatoria sarà annullata. Questo purtroppo, a meno che non ci siano modifiche alla norma
nazionale o leggi regionali che vadano in direzione diversa, significherà moltiplicare i concorsi e
costringere i professionisti a farne un’infinità. Per fortuna però il prossimo concorso previsto in
Toscana per i nuovi infermieri non è interessato da questa modifica. Va detto però che con la regola
della mobilità abbiamo comunque perso 6-9 mesi di tempo».

Quando pensa che partirà quindi il bando?

«Appena Careggi o l’Azienda ospedaliera senese avranno finito la mobilità immagino invieranno
subito la richiesta e si aprirà il bando. Sarà un bando per pochi posti, ma darà la possibilità di tenere
la graduatoria aperta e a disposizione di tutte le aziende della Toscana che vorranno poi fare
assunzioni. L’obbiettivo è partire entro aprile con il bando, per fare a giugno-luglio le preselezioni,
fra settembre e dicembre le tre prove (scritta, pratica e orale) e infine arrivare ad anno nuovo con
la graduatoria pronta e le assunzioni».
Avete previsioni sulla partecipazione?

Fonte: Ufficio stampa Opi Firenze-Pistoia



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina