Premiati in Palazzo Vecchio i vincitori del concorso letterario 'In punta di inchiostro'

Cerimonia di premiazione, questo pomeriggio nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, di alunni e studenti che hanno partecipato al concorso letterario ‘In punta di inchiostro’.

Il concorso era riservato ai ragazzi di età compresa tra i 7 e i 19 anni che frequentano le scuole primarie e secondarie di Firenze ed era inserito ne ‘Le Chiavi della Città’, il pacchetto di iniziative e progetti formativi che l’assessorato all’educazione offre ai ragazzi delle scuole dell’infanzia, delle primarie e delle secondarie di primo e secondo grado, in collaborazione con Ente Cassa di Risparmio di Firenze (Portale Ragazzi.it).

Alla fine sono arrivati più di 500 elaborati tra testi in prosa e poesie.

“Sono molto orgogliosa di questo concorso - ha dichiarato la vicesindaca Giachi - al quale hanno partecipato oltre 400 studenti delle scuole primarie e secondarie, a testimonianza di come i ragazzi, guidati e stimolati dai loro insegnanti, siano capaci di prendere parte con entusiasmo alle iniziative che offrono loro la possibilità di raccontarsi, di esprimere la loro fantasia e creatività”. “Attraverso la poesia, la prosa, o sotto forma di diario - ha aggiunto - gli elaborati a tema libero realizzati dai ragazzi ci offrono, ancora una volta, un osservatorio privilegiato sul loro universo, sulla loro interpretazione personale del mondo esterno e del loro mondo interiore. E tutto questo è per tutti noi un occasione di crescita e arricchimento, un prezioso momento di contatto di cui fare tesoro. Vorrei ringraziare i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato, i loro insegnanti che li hanno guidati in questo cammino e tutta la commissione servizi educativi del Quartiere 1 e il suo staff oltreché i membri della giuria, per il loro impegno e la loro professionalità”.

I premi sono stati forniti dalla Scuola del Cuoio di Firenze.

 

Fonte: Comune di Firenze - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina