Agricoltura toscana, Giani: "Politica e scienza lavorino in sinergia"

“L’agricoltura nella nostra regione è volano di sviluppo e di occupazione, grazie ad un territorio che si presta ad una produzione di qualità, capace di offrire condizioni stimolanti ai giovani”. Così ha esordito il presidente dell’Assemblea toscana, Eugenio Giani, intervenendo oggi, sabato 30 marzo, al convegno in sala Gonfalone di palazzo del Pegaso, su “Coltivazione e produzione ecosostenibile di qualità: un progetto per la terra”.  E parlando della Toscana, come di una regione costruita sull’agricoltura, il presidente ha spaziato dall’epoca del riformismo dei Medici e dei Lorena, per parlare di una “produzione così connaturata al territorio fino a trasformarlo dal punto di vista del paesaggio”; “in tale contesto si inserisce l’obiettivo principe: l’ecosostenibilità – ha continuato Giani – per l’equilibrio ambientale e quindi per la salute e il nostro benessere”. “L’ecosostenibilità diventa anche acquisizione di un patrimonio culturale che si coniuga con l’azione scientifica – ha affermato rivolgendosi agli studiosi presenti in Gonfalone – alla politica il compito di lavorare in sinergia con la scienza, per  guardare in modo corretto al futuro”.

L’agricoltura ecosostenibile, in rapida crescita negli ultimi anni, è un metodo di produzione che mira a contenere, entro limiti accettabili, l’impatto negativo sull’ambiente dei prodotti chimici usati in agricoltura e nello stesso tempo tende a mantenere, o a ristabilire, l’equilibrio ambientale, diversificando colture e allevamenti, instaurando la rotazione delle coltivazioni, puntando al massimo risparmio di acqua.

Il convegno è continuato con gli interventi di Domenico Prisa, agronomo; Andrea Battiata e Giovanni Petrini, di“Ortobioattivo”; Marco Pierucci e Fabio Burroni, di “Agronominvigna”; Cesare Buonamici, presidente Distretto Biologico Fiesole; Giacomo Tagliaferri, Ibimet (Istituto di biometeorologia) Cnr Firenze.

Fonte: Consiglio regionale della Toscana - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina