Un Leonardo 'europeo': la visita di Mattarella segna la storia di Vinci

vinci mattarella

Due ore, dalle 11 alle 13, ma vissute intensamente: la visita di Sergio Mattarella lascia un segno profondo nell'attualità e nella storia di Vinci.

Oggi, lunedì 15 aprile, è il compleanno di Leonardo da Vinci ed è stato pure il momento più alto delle Celebrazioni Leonardiane, con la presenza del Presidente della Repubblica. Era dal 1952 che la più alta carica dello Stato non metteva piede in piazza del Castello, Mattarella lo ha fatto in mezzo a adulti e bambini in festa.

Prima il centro cittadino, dove ad accoglierlo erano presenti moltissime autorità civili e religiose, poi lo spostamento nella Casa Natale di Anchiano, dove ha cantato l'inno coi piccoli dell'Istituto Comprensivo Vinci e ha 'stretto la mano' a un Leonardo virtuale.

"L'eredità lasciata da questo figlio di Vinci è immensa ed è giusto che i Vinciani ne nutrano orgoglio" ha detto il Presidente rivolgendosi al sindaco Giuseppe Torchia e alla platea. Orgoglio provato anche durante la visita al Museo Leonardiano, dove per qualche settimana stazionerà il Paesaggio, simbolo del suo stretto e appassionato legame col territorio.

Chi si aspettava una rivelazione importante o uno 'scoop' su Leonardo dalla voce di Mattarella è rimasto deluso, anche se ci sarà spazio nella prossima visita istituzionale ad Amboise in Francia, luogo di morte del vinciano più noto di sempre. Il Genio di cui ha parlato il Presidente è una figura che tende all'internazionalità e all'Europa: "Leonardo è senza tempo e senza luogo. Grande toscano e grande italiano, protagonista assoluto della scena europea".

Emozioni è la parola chiave della giornata presidenziale, una parola pronunciata sia da Torchia sia dal ministro Alberto Bonisoli e dal governatore della Toscana Enrico Rossi. Emozioni del professor Paolo Galluzzi, esperto mondiale di Leonardo che si fa prendere dalla passione ancora oggi quando parla del Genio. Emozioni di Alice Nencioni e Edoardo Cioni, i due giovanissimi saliti sul palco per introdurre Mattarella alla realtà culturale-scolastica di Vinci.

Magari chi era in piazza non se ne è reso conto, forse è più facile accorgersene a mente lucida, ma queste emozioni hanno fatto un pezzettino di storia oggi a Vinci. Difficilmente il 15 aprile 2019 verrà dimenticato nella terra di Leonardo.

Vinci Mattarella, qui la fotogallery

Il discorso integrale di Mattarella

Il discorso integrale del sindaco Torchia

Chiarastella Foschini e Gianmarco Lotti

Tutte le notizie di Vinci

<< Indietro
torna a inizio pagina