Mercato immobiliare: in Toscana prezzi stabili da inizio anno. I dettagli

Apre il 2019 all’insegna di una sostanziale stabilità il mercato immobiliare della regione Toscana. Secondo l’Osservatorio di Immobiliare.it (https://www.immobiliare.it) sul mercato residenziale della regione nel primo trimestre 2019, infatti, i prezzi richiesti da chi vende casa in Toscana segnano un flebile +0,1% mentre risultano in calo di appena lo 0,4% i costi medi degli affitti.

Chi vuole comprare un immobile residenziale nella regione, secondo la rilevazione relativa allo scorso marzo, deve mettere in conto una spesa di 2.428 euro al metro quadro. Il prezzo medio dell’affitto si attesta su 10,49 euro/mq.

Andamento delle compravendite

Per quanto riguarda il mercato nei capoluoghi, sul fronte compravendite il trend al ribasso riguarda sette città su undici. La sofferenza più evidente si registra a Pistoia dove nei primi tre mesi dell’anno i costi medi sono scesi di oltre due punti percentuali (-2,4%). Seguono Livorno e Arezzo, entrambi -1,5%. Bene invece Firenze che incrementa il suo primato di città più cara d’Italia per le compravendite con prezzi in risalita dell’1,4% su base trimestrale. Per acquistare un bilocale da 60 mq in città servono in media 225.000 euro.

Lo scenario dei mutui in Toscana

Se questo è il quadro dell’andamento dei prezzi degli immobili in Toscana, attraverso un’analisi fornita da Euroansa*, società di mediazione del credito, è possibile individuare il profilo dell’acquirente tipo in regione. Stando allo studio, oltre il 68% dei finanziamenti per la casa in Toscana è stato acceso da soggetti in età compresa tra i 31 e i 50 anni. I mutui vengono sottoscritti soprattutto per periodi lunghi, tanto che circa l’80% sceglie una durata fra i 25 e i 30. I toscani si dividono nella scelta della tipologia dei tassi: il 45% sceglie il fisso, il 55% il variabile e solamente il 5% il tasso misto. Il 90% dei finanziamenti, nel corso dell’ultimo anno, è stato concesso per l’acquisto della prima casa mentre solo un mutuo su dieci riguarda la seconda.

Andamento dei prezzi di locazione

Guardando alle locazioni si scopre che, a fronte di una media regionale in leggero calo, la perdita maggiore si riscontra a Pistoia e Grosseto, rispettivamente 3,9% e 3,5%. Apre invece particolarmente bene l’anno Carrara con canoni di locazione in risalita di 2,7 punti percentuali, seguita da Lucca, +2,4%. In questo comparto Firenze lascia lo scettro di città più cara d’Italia a

Milano: a Firenze servono in media 919 euro per affittare un bilocale da 60 mq, contro i 1.058 richiesti mediamente nel capoluogo meneghino per la stessa tipologia di appartamento.

*Euroansa S.p.A. è una società di mediazione creditizia che conta oltre 400 collaboratori e 180 agenzie distribuite su tutto il territorio italiano. L’azienda lavora con tutti i principali istituti di credito e segue i suoi clienti durante tutto l’iter della pratica finanziaria. Dal 2018 Euroansa è partner ufficiale per la consulenza dei mutui di Immobiliare.it, che ha acquisito una quota del 25%.

 

Di seguito la tabella con l’Osservatorio sul mercato residenziale della Toscana:

Immagine

Immagine1

 

Fonte: Ufficio Stampa Immobiliare.it

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro
torna a inizio pagina