Muore 'il dottore' di Orentano e Villa Campanile: addio a Luciano Botoni

(da facebook)
(da facebook)

Orentano e Villa Campanile in lutto per la morte del suo 'dottore': se n'è andato Luciano Botoni, storico medico di famiglia che svolgeva la sua attività nella due frazioni, conosciutissimo da tutti gli abitanti.Tempo fa aveva anche pubblicato un libro, 'Vademedicum', che raccontava attraverso una finzione letteraria esperienze e aneddoti di tanti anni di attività professionale.I funerali si terranno domani alle 14.30 a Orentano.

A dare la notizia della scomparsa è stato il sindaco Gabriele Toti. con un post su facebook in cui traccia un ricordo di Botoni:

Apprendo con profondo dolore la scomparsa di Luciano Botoni per una vita 'Il Dottore ' di Orentano e Villa Campanile. Ha curato intere generazioni, in quella professione che rappresentava una vera e propria missione (senza le tecnologie che conosciamo oggi) ed una disponibilità verso gli assistiti che era nelle 24 ore del giorno. I miei ricordi, e in generale degli assistiti, sono legati ad una figura sempre presente nel momento del bisogno: persona preparata, capace di darti la diagnosi, già dopo la prima occhiata: conosceva tutto di te, anche il tuo ceppo familiare.

Così in caso di qualche lamentela per una malattia che si ripeteva, finiva sempre col chiudere sicuro la conversazione: “guarda che l’ aveva anche quel tuo parente... “. Per tutti era 'Il dottore': un punto di riferimento per la comunità ed in quella espressione non c'era solamente l'aaspetto professionale ma un misto di stima e gratitudine guadagnata 'sul campo'.

Negli ultimi anni mi aveva molto colpito quel "vademedicum": un libro in cui riportava le storie di un medico immaginario (ma non troppo...) di un piccolo paese. In pratica, con un fare da bravo scrittore, aveva descritto anedotti e sensazioni di tanti anni di vita professionale, ma soprattutto di servizio, carichi di infinita competenza e umanità. Ci mancherà dottore! Un abbraccio ai figli ed ai familiari.

 

Tutte le notizie di Castelfranco di Sotto

<< Indietro
torna a inizio pagina