Outlet di Barberino di Mugello aperto il 1° maggio, Cgil contraria: indetto lo sciopero

Logo-filctem-cgil

L’Outlet di Barberino di Mugello rimarrà aperto mercoledì primo maggio, Festa dei lavoratori: stamani la Cgil Firenze, la Filcams Cgil e la Filctem Cgil hanno fatto un volantinaggio tra i negozi dell’Outlet contro questa decisione e per ricordare che i sindacati del commercio hanno indetto sciopero per quella data, come per le altre festività civili e religiose.

“È inaccettabile tenere aperti i negozi il primo maggio, giorno sacro dedicato a chi lavora - dicono la Cgil, la Filcams e la Filctem Cgil Firenze -. Cogliamo l’occasione per ribadire che la Legge Monti sulla liberalizzazione degli orari e degli insediamenti commerciali va modificata perché non ha portato nessun aumento dei consumi e tanto meno dell’occupazione, ha peggiorato le condizioni di lavoro, gli orari e la vita delle lavoratrici e dei lavoratori ed inoltre è aumentata la precarietà. Il governo realizzi cosa aveva promesso: l'individuazione delle festività con l’obbligo di chiusure per tutti e deroghe alle chiusure domenicali da concordare con le parti sociali sul territorio”.

La Filcams Cgil Firenze ricorda che molte sentenze hanno sancito come il lavoro nelle festività civili e religiose individuate dal Contratto nazionale non sia un obbligo e il lavoratore non possa essere comandato al lavoro senza il proprio consenso.

Fonte: Cgil Toscana e Firenze - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Barberino di Mugello

<< Indietro
torna a inizio pagina