Detenuto inala gas del fornelletto, muore un 29enne di Empoli. Era in cella per furto

È morto nella sua cella di Sollicciano dopo aver inalato del gas di un fornelletto in dotazione. La vittima è un detenuto di 23 anni, originario di Empoli, che si trovava in carcere per furto. Al momento sembra che l'uomo volesse raggiungere uno stato di ebbrezza. L'episodio è avvenuto nel reparto dove si trovano i detenuti tossicodipendenti e da quanto si apprende quella di inalare gas sarebbe una pratica diffusa. A dare l'allarme sarebbe stato il suo compagno di cella, il quale anche lui aveva inalato gas a fini di 'sballo'. I due detenuti hanno atteso la chiusura delle porte blindate del reparto per annusare il gas: si tratta di un momento in cui i controlli permettono di agire senza essere notati. Il pm ha disposto l'autopsia. Il 23enne, già condannato in primo grado, aveva fatto ricorso in corte d'appello.

Il Garante regionale dei detenuti, Franco Corleone chiede misure preventive per quella che è considerata una pratica diffusa in cella.

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro
torna a inizio pagina