Elezioni, La Mia Empoli: "A pochi giorni dalle elezioni è il paese dei balocchi"

la_mia_empoli

Cortesi e pazienti osservatori di un’amministrazione che non ha realizzato quanto si aspettavano, i cittadini de LA MIA EMPOLI hanno presentato un programma che ha soffiato forte il vento di queste amministrative, rincorso da liste di facciata o civetta del giorno dopo che ne hanno tratto molto spunto.

Il 26 maggio prossimo venturo, i cittadini si desteranno nuovamente dal torpore dei 5 anni in cui non hanno contato nulla e dovevano chiedere con il cappello in mano. Torneranno a valere ciascuno un voto, ponendo ancora a rischio le poltrone e gli interessi dei soliti pochi. Ed allora si anticipano le pulizie di stagione nascondendo in fretta e furia,sotto il tappeto, i simboli che pochi mesi prima si mostrava con orgoglio, aimè ricordati per aver rimosso le tutele dei lavoratori, aiutato i poveri banchieri, mal gestito il rischio migratorio, tentato di cancellare la Costituzioneche conosciamo, etc., etc.. Non si vorrà mica ragionare su ciò che non va o non è stato fatto?! È festa grande e la città deve apparire tutta in ghingheri.

Si taglia l’erba, si inaugura parchi giochi, si imbianca i muri, si istallano persino telecamere di Salviniana memoria, si gira per tutta la città stringendo mani e facendo selfie, si promettono piste ciclabili, nuovi parcheggi e tutto quello che può portare un voto sicuro con il minor incomodo.  La frenesia è tale che in via Antiche Mura il Comune ha sistemato e piantumato aiuole private! Visto che è stata riconosciuta dignità anche agli alberi, con tanto di carta di identità, aspettiamo solo il pifferaio magico a portar via i topolini dagli a sili. C’è talmente tanto da festeggiare che sembra di essere nel Paese dei balocchi di Carlo Collodi; speriamo solo che non ci si trasformi tutti in ciuchi, visto l’arrivare lesto del Corpus Domini .

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro
torna a inizio pagina