Risse nei pressi di una discoteca a Follonica: sospesa attività dal questore. La direzione: "Provvedimento infondato"

Cinque giorni di sospensione dell'attività del Disco Village - Baluba di Follonica. La decisione del questore di Grosseto è arrivata dopo una serie di denunce a seguito di botte e risse avvenute nei pressi del locale.

La situazione è andata aggravandosi negli ultimi due fine settimana, quando gruppi contrapposti, dopo essersi affrontati una prima volta a fine maggio, hanno annunciato le loro intenzioni di rivincita sui social network. I militari hanno quindi pianificato, d'intesa con la questura, un servizio dedicato, che ha permesso sabato scorso di interrompere il principio di rissa tra i gruppi.

 

La nota del Disco Village – Baluba 

Con riferimento agli articoli stampa usciti oggi, venerdì 7 giugno – spiega la direzione –, sulla sospensione per cinque giorni della licenza per i nostri locali Disco Village, Baluba e Alegria, teniamo a precisare che in questi 17 anni di attività, svolti sempre con professionalità e serietà, la sicurezza è sempre stata uno dei nostri principali obiettivi sul quale abbiamo investito e investiamo denaro e risorse umane, collaborando attivamente con le Forze dell'ordine. Per tutelare i nostri clienti impieghiamo di norma in ogni servizio circa 33 steward addetti alla sicurezza, flusso e deflusso del locale, 5 vigili del fuoco del Comando provinciale di Grosseto, 4 infermieri con ambulanza all’interno dei locali, 6 steward addetti ai posti auto, 8 componenti della squadra di sicurezza della società. E questo è stato uno dei nostri punti di forza. I fatti riferiti sono avvenuti al di fuori dei locali e hanno riguardato brevi ed estemporanee colluttazioni, con conseguenze piuttosto lievi, prontamente segnalate alle Forze dell'ordine dai nostri addetti alla sicurezza –. Ci lascia invece perplessi la notizia che a tali deprecabili episodi avrebbero partecipato delle vere e proprie bande di giovani, poiché nessuna notizia a tal proposito avevamo in passato percepito dalla stampa, dal nostro personale o dalle Forze dell’ordine. Se la notizia fosse infatti fondata, il preoccupante fenomeno dovrebbe essere bloccato sul nascere da chi ha il controllo istituzionale del territorio, evitando così che soggetti di tal genere possano mischiarsi ai normali clienti che frequentano i locali della nostra costa con il solo scopo di divertirsi e trascorrere una piacevole serata. Per tali ragioni riteniamo il provvedimento infondato e sarà cura dei nostri legali impugnarlo nelle sedi appropriate. Sabato 15 giugno il locale sarà regolarmente aperto». 

Tutte le notizie di Follonica

<< Indietro
torna a inizio pagina