MoveUp, 2500 Sorelle e Fratelli in festa a Lucca

gruppo misericordia

Duemilacinquecento tra Sorelle e Fratelli hanno partecipato a MoveUp il meeting per celebrare i 120 anni del Movimento delle Misericordie. Per tre giorni in ogni strada ed in ogni angolo della città di Lucca si potevano trovare i volontari provenienti da tutta Italia, che seguivano le attività proposte dal ricco programma che caratterizzava l’evento.

Un lavoro grandissimo per l’organizzazione che ha visto in prima fila la logistica e le cucine impegnati fortemente prima, per i preparativi e dopo per lo smontaggio delle strutture.

Gli iscritti sono stati, come detto, 2500. Il totale di presenze nei tre giorni è stato di 4996 (1394 venerdì per la cerimonia di apertura, 2248 sabato per assemblea e workshop, 1354 domenica per la cerimonia di chiusura).

Sorelle e Fratelli hanno anche apprezzato moltissimo gli workshop previsti all’interno dell’evento che sono stati in tutto 13 ed hanno visto la partecipazione di ben 1699 persone con presenze così distribuite:

·                498: Maxiemergenze sanitarie e grandi eventi;

·                43: La rete della salute, ambulatori delle Misericordie;

·                36: Tra il di dire e il welfare;

·                216: Forza Giovane domanda e risposta per le Misericordie;

·                127: Assemblea delle GEMME;

·                34: Anziani ed invecchiamento attivo;

·                110: Formiamo Valori;

·                58: Comunicare le Misericordie;

·                102: La Salvaguardia dei Beni Culturali nelle emergenze;

·                224: Moduli Operativi per il Soccorso Tecnico;

·                128: Assistenza alla Popolazione Fragile;

·                80: Dis-EVAC: evacuazione coordinata e sicura di persone disabili;

·                43: MMT, operazioni con mezzi d’opera e mezzi speciali;

Graditissimo anche lo spettacolo serale che si è tenuto al Baluardo San Donato (al quale si riferisce una delle immagini) che ha visto la partecipazione di David Pratelli, Sergio Friscia e Cristiano Militello guidati dalla sapiente conduzione di Serena Magnanensi. Lo spettacolo si è concluso con il concerto dei Gaudats Junk Band che, con i loro strumenti fatti con oggetti riciclati, hanno fatto scatenare i tantissimi volontari presenti.

Tantissimi e suggestivi anche i momenti istituzionali fra tutti segnaliamo la consegna della Croce al Merito della Carità alla Gendarmeria Vaticana, la cerimonia di saluto dei Bomberos di Panama e la Lectio Divina di Padre Bernardo.

Ma rimarrà sicuramente a tutti impresso il ricordo della cerimonia di chiusura nel Duomo di Lucca, con la commemorazione di Maria Pia Bertolucci e con l’impegno del Presidente Trucchi a nome di tutte le Misericordie, con il sostegno del Vescovo di Lucca Paolo Giulietti e del CTG per avverare il sogno di Maria Pia di Individuare San Martino quale Santo Patrono del Volontariato e della Solidarietà per tutta l’Italia.

Fonte: Confederazione Nazionale Misericordie d'Italia - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Lucca

<< Indietro
torna a inizio pagina