Smart city e start up, Pisa del futuro a MIX 2019 con il Rotary Club

Talent Garden 1_FEB8038

Smart city e start up di successo: come ci immaginiamo le città del futuro? Quali strategie possiamo mettere in atto, oggi, per tracciare la rotta verso la Pisa del 2030?

Il 19 giugno MIX 2019, la conversazione sui metodi e sull’innovazione digitale promossa dal Rotary Club Pisa, ci porterà ad affrontare temi diversi ma connessi tra loro nell’ottica della città del futuro, secondo due direttrici: lo sviluppo strategico del territorio e l’innovazione digitale.

Sarà un viaggio tra esperienze diverse, maturate in altri territori e contesti, con cui è interessante confrontarsi: dal case history di Torino, città che attraverso il piano strategico è riuscita a costruire una nuova identità, a Madrid con le sue start up capaci di attrarre investimenti per il 340% nel 2018, passando per Matera, capitale europea della cultura. Immaginare la città del futuro, smart e vivibile, è tutta questione di mix, basta individuare quello giusto tra sviluppo, condivisione e innovazione digitale.
Tra i temi centrali dell’incontro anche le start up, che trovano in Pisa il perfetto ecosistema, anche grazie alla ricerca universitaria. Ma la scommessa va oltre: come trasformare le start up in realtà aziendali capaci di attrarre risorse e investimenti e creare nuovi posti di lavoro?

“Immersi nel futuro. Da sempre. Sin dai tempi in cui i nostri galeoni solcavano il Mediterraneo. E oggi - afferma Tommaso Strambi, presidente del Rotary Club Pisa - lo siamo ancora di più. Dal primo computer ai robot di ultima generazione, passando per l’internet delle cose, siamo protagonisti della rivoluzione digitale. E tutto questo grazie alle energie dei giovani studenti e ricercatori e alla solidità delle nostre istituzioni formative e dei principali centri di ricerca. Ma anche grazie a imprenditori visionari che hanno saputo intraprendere traiettorie innovative. Oggi spin-off e start up trovano nel nostro territorio un luogo in cui crescere, svilupparsi e spiccare il volo. Un potenziale che può attrarre risorse e investimenti consistenti, come accade in realtà straniere simili alla nostra. Con numeri di crescita a tre cifre. Grazie allo sviluppo delle tecnologie digitali possiamo costruire un futuro in cui superare le zone a traffico limitato, con una nuova gestione del territorio e dei centri storici attenta allo sviluppo ecosostenibile e nello stesso tempo capace di generare benefici calcolabili nell’ordine almeno del 30-40 per cento in più per le attività commerciali di prossimità. Non un libro dei sogni, ma una realtà concreta: ce lo racconteranno le storie di Mix2019”.

In occasione dell’incontro il Rotary Club Pisa lancerà un laboratorio di idee dedicato all’innovazione digitale.

“Trent’anni fa – continua Strambi - il Rotary Club Pisa contribuì ad aprire il dibattito sull’importanza dell’area vasta. Oggi vogliamo mettere a disposizione della città e del territorio un grande laboratorio di idee in cui disegnare una nuova agenda urbana e costruire un piano strategico capace di mettere a sistema le tante energie presenti e che attualmente fanno fatica a esprimere tutto il proprio potenziale. Ecco, la sfida che il Rotary Club Pisa lancia è quella di superare la ‘città a taglio’ per diventare anticipatori del futuro. Una scommessa che vogliamo rendere ancora più competitiva istituendo un premio da assegnare proprio a quelle start up capaci di creare progetti innovativi”.

Sarà proprio la città delle torre pendente, che nel 2019 festeggia i 50 anni del primo corso di Informatica in Italia, ad ospitare questo appuntamento con il futuro, organizzato con il supporto di Forti Sviluppo Immobiliare e il contributo di Banca Popolare di Lajatico, Devitalia, Unipol Sai Assicurazioni e British School Pisa.

La tavola rotonda, moderata dal giornalista Paolo Fratter, vedrà gli importanti contributi di docenti, imprenditori e specialisti del web. Tra i protagonisti di MIX 2019: il prof. Valentino Castellani del Politecnico di Torino, già Sindaco e animatore del piano strategico della città (che interverrà sul tema Agende urbane e pianificazione strategica. Spunti di riflessione); Stefano De Capitani, presidente di Municipia (Smart cities ed attrattività territoriale); Luigi Doveri, amministratore delegato di Forti Sviluppo Immobiliare (Distretti tecnologici - Il caso Montacchiello); l’architetto Alfonso Femia (La città cronotopica: visione e responsabilità); Alessio Semoli, managing partner Prana Ventures (Innovazione digitale e competitività); Giuseppe Turchetti, docente della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa (Tra sviluppo e sostenibilità: investire nelle tecnologie per la salute).

Fonte: Rotary Club Pisa

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina