Filippeschi bacchetta Conti: "Piazza San Paolo finanziata da nostra amministrazione"

"Imbarazzante! C'è ricascato. E ciò nonostante il lavoro preventivo d'informazione fatto, anche per precauzione, dalla coalizione di centrosinistra. Come dire: uomo avvisato. Il sindaco, a corto di risultati e già in affanno, non ha saputo resistere.

Inaugurando il primo lotto dei bellissimi lavori di piazza San Paolo a Ripa d'Arno ha detto la bugia del giorno: l'opera, ha scritto nel comunicato stampa diffuso, sarebbe "... nel nostro piano d'investimenti...". Cioè, il loro. Ma tutti sanno che non è vero, primi fra tutti i giornalisti. Il primo lotto del recupero della piazza è stato progettato, programmato, finanziato e assegnato all'impresa dall'amministrazione precedente a quella in carica, con grande impegno del vicesindaco e assessore al verde Paolo Ghezzi e di quello al bilancio e ai lavori pubblici Andrea Serfogli. Semmai è vero che gli altri due lotti la Giunta Conti non li ha programmati, né finanziati. Nonostante le risorse fresche lasciate in dote da chi l'ha preceduta e diventate spendibili da due ottime sentenze della Corte Costituzionale. Così la piazza resterà com'è.

Con buona pace del "modello Salisburgo", della valorizzazione turistico-economica del percorso dei Lungarni e della bellissima Chiesa riaperta (il progetto di recupero integrale fu presentato alla presenza del nostro Arcivescovo, dopo una consultazione nel quartiere). Con gli alberi ammalati che dunque non saranno sostituiti, senza lastricatura integrale, né rinnovamento del verde, dell'illuminazione, delle panchine e degli arredi. Buio pesto sugli investimenti per lo sviluppo sostenibile della città, a partire dai suoi beni monumentali e ambientali. Notte fonda sui progetti utili a portare a Pisa, da fuori, finanziamenti aggiuntivi per fare di più".

Marco Filippeschi, ex sindaco di Pisa

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina