Nuovi canestri al campo da basket a Porta a Lucca in memoria di Marco Rubino

pisa_inaugurazione_campi_basket_2019_06_15

Nuovi canestri donati dall’Associazione Marco Rubino e nuova vita per il frequentatissimo campo da basket di via Ugo Rindi a Porta a Lucca che stamani è stato inaugurato alla presenza di Sergio Rubino, padre del giovane scomparso prematuramente, del Sindaco di Pisa Michele Conti, alla presenza di molti amici di Marco e appassionati di pallacanestro.

I lavori eseguiti per il disegno di nuove linee di delimitazione del campo, l’installazione di reti di protezione dietro ai canestri e un lavoro di pulizia approfondita hanno riqualificato il campo da pallacanestro più frequentato della città rendendolo nuovamente fruibile al pubblico.

“Sono grato ai ragazzi dell’Associazione e alla famiglia Rubino– ha commentato  il Sindaco di Pisa Michele Conti- per la donazione fatta al campo di via Rindi in memoria di Marco. Il campo da basket nuovamente a disposizione dei ragazzi, inserito all’interno dell’area verde attrezzata del quartiere, costituisce un importante luogo di aggregazione e di gioco per i tanti ragazzi e studenti appassionati di basket a Pisa; un campo storico, punto di riferimento per generazioni di sportivi. Una funzione sociale, quella dei campi da gioco aperti a tutti, che la nostra Amministrazione intende implementare individuando spazi idonei come questo anche in altri quartieri, per strappare dalla solitudine in cui si autorelegano molti giovani, chiusi in casa fra telefonino e social network, per spingerli a tornare a fare una sana attività sportiva e avere momenti di incontro, di confronto e di crescita insieme ad altri ragazzi di Pisa.”

Per l’Associazione ha parlato Francesco Fiorindi, amico di Marco e giocatore di basket pisano: “Sono ormai molti anni che, nel ricordo del nostro amico Marco, con l’Associazione portiamo avanti dei progetti di beneficienza in tutto il mondo. Quest’anno siamo riusciti a realizzare un progetto qui a Pisa, in collaborazione con il Comune e gli sponsor, per mettere questo spazio nuovamente a disposizione del territorio e dei ragazzi di Pisa. Noi siamo cresciuti in questo campino, non solo cestisticamente ma anche come esperienza di vita, passando qui le giornate con attività sane e divertenti; per questo era per noi molto importante e simbolico dare la possibilità a molti ragazzi giovani di crescere insieme come siamo cresciuti noi giocando in questo campo da basket”

“E’ un giorno molto bello – ha commentato Sergio Rubino- perché vediamo realizzato in memoria di Marco uno spazio nel centro di Pisa, la città in cui Marco è cresciuto, dove l’ho visto giocare con gli amici, dove abbiamo giocato insieme a pallacanestro; spero sia la prima di tante altre cose che potremo organizzare nel suo ricordo. Ringrazio il Sindaco e l’amministrazione per averci permesso di dare nuovamente vita a questo spazio di sport e aggregazione, gli amici di Marco che ci sono sempre stati vicino, i nostri amici e tutti gli sponsor che hanno contribuito. Dare vita a questo campo è di più di una ristrutturazione, ha un valore grande non solo per noi ma anche per tutti coloro che amano questo sport”.

Al termine della breve cerimonia, dopo il taglio del nastro inaugurale, il Presidente dell’Associazione Andrea Contatore insieme agli altri ragazzi ha affisso una targa in ricordo di Marco sotto ad entrambi i canestri, con un pensiero del padre Sergio che si conclude con una scritta presente sulla maglia da basket indossata da molti ragazzi presenti alla cerimonia: “Marco vive”. In memoria di Marco Rubino, ragazzo pisano pieno di vitalità e appassionato allo sport della pallacanestro, scomparso tragicamente in un incidente stradale l’11 marzo del 2007, l’associazione fondata in suo nome ha organizzato negli ultimi due anni una serie di eventi, tra cui tornei di basket, memorial “Marco Vive” e vari stand, in cui ha raccolto le donazioni per acquistare i due nuovi canestri regolamentari installati stamani nel campo da basket.

Fonte: Comune di Pisa - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina