Lavoratori in appalto possono usare la mensa di Careggi, vittoria per Fp-Cgil

Su richiesta della Fp Cgil e della Camera del Lavoro Metropolitana di Firenze, la Direzione dell’ospedale fiorentino di Careggi si è resa disponibile a consentire l’accesso alla mensa aziendale ai circa mille dipendenti delle ditte in appalto che operano presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria. Fino ad oggi era preclusa la possibilità per i dipendenti di ditte in appalto di accedere ai locali della mensa interna, riservata ai dipendenti interni.

“Si tratta di un risultato importante e di un passo avanti nella difesa dei lavoratori più deboli. Con questa operazione infatti si sancisce un principio importante, e cioè che i lavoratori che operano nello stesso luogo hanno gli stessi diritti e non ci sono lavoratori di Serie A e di Serie B. E’ la strada della contrattazione inclusiva quella da percorrere per far sì che i diritti siano in capo alle persone indipendentemente dal contratto che hanno, come vuole anche la Carta dei diritti dei lavoratori che la Cgil ha presentato e che la politica dovrebbe valorizzare”, commentano Michele Tortorelli responsabile della Fp Cgil Firenze di Careggi e Enzo Masini (Segretario Cgil Firenze).

Altro tema importante che la Cgil ha iniziato ad affrontante è il tema della mobilità per le migliaia di lavoratori e lavoratrici che tutti i giorni si recano a Careggi. In un quadro complessivo di integrazione, la Cgil ha chiesto alla Direzione di Careggi anche di consentire ai lavoratori delle ditte in appalto l’accesso ai parcheggi riservati ai dipendenti dell’Aou: l’ipotesi è in corso di verifica da parte delle competenti strutture aziendali.

Fonte: Cgil Firenze - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina