Sea Watch 3, il Csa Intifada: "Aprite i porti"


In queste ore la comandante  CAROLA RAKETE della Sea Watch 3 ha rotto gli indugi e sta dirigendo la sua nave con 42 fratelli migranti verso il porto di Lampedusa dopo 14 giorni di sofferenza, sotto un sole che supera i 40 gradi, e dopo la sentenza negativa della corte europea, ha scelto di forzare il blocco e far sbarcare sulla terra ferma 42 esserI umani che da troppo tempo hanno dovuto subire prima le torture dei campi di sterminio libici (sostenuti dal ex MInistro egli interni Minniti) e ora la politica vigliacca e disumana di un ministro degli interni che invece di incontrare le istituzioni europee per trovare soluzioni, fa bassa propaganda contro le ONG  che sono rimaste le sole nel cimitero del meditrraneo a salvare bambini donne e uomini in fuga da guerre, foraggiate dai governi europei, e da povertà. AL FIANCO E SOLIDALI CON LA COMANDANTE CAROLA RAKETE della Sea Watch 3.

 

CSAINTIFADA/COMUNITA IN RESISTENZA

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro
torna a inizio pagina