Settembre Rosso in onore di Lorenzo Orsetti: il programma della 10 giorni di Empoli

Settembre Rosso torna al parco di Serravalle di Empoli per una dieci giorni di politica, musica, approfondimenti, cultura e cucina. La festa organizzata dall'omonima associazione politico-culturale si terrà dal venerdì 28 giugno a domenica 7 luglio con un cartellone ricchissimo di iniziative. Anche quest'anno il tentativo è stato quello di garantire un'offerta che tenesse conto delle principali istanze sociali, politiche e culturali che emergono dal nostro territorio e dal Paese.

«Quest'anno abbiamo voluto scegliere un'immagine che testimoniasse a pieno il nostro spirito – spiega Paolo Gaccione, presidente dell'associazione – è l'immagine di Lorenzo Orsetti, morto mentre combatteva a fianco dei curdi contro l'Isis. Si tratta di un simbolo di tenacia e di resistenza alla barbarie in un mondo in cui a dilagare sono odio e indifferenza. Dopo che lo scorso anno avevamo dedicato la nostra copertina alle combattenti curde, ci è sembrato il modo migliore per omaggiare la sua memoria e per mostrare a tutti che chi lotta non muore mai».

Per Settembre Rosso, nato nel 2014, si tratta ormai della sesta edizione di un appuntamento che negli anni ha assistito ad un crescendo di presenze e aprezzamenti. «In una fase come questa sembra impossibile riuscire ad organizzare una festa di dieci giorni che impiega decine e decine di volontari – afferma Leonardo Masi, neoconsigliere comunale e vicepresidente di Settembre Rosso – ma questo è il segno che i valori che ci contraddistinguono e che portiamo avanti, quelli dell'antifascismo, dell'anticapitalismo e dell'antirazzismo, sono ancora vivi e condivisi anche tra i più giovani».

Il programma della festa si apre con un concerto. Venerdì 28 giugno si esibiranno i Betta Blues Society con il loro Delta Blues, che poche settimane fa li ha portati anche sul palco del programma televisivo “Propaganda Live”.

Sabato 29 giugno, invece, una serata per i diritti con ProPride. Alle 20 cena con un piatto speciale Pro Toscana Pride e dalle 22 djset e interventi dal palco con “Non Una Di Meno” Empolese Valdelsa e Maria Chiara Panesi, referente diritti civili Arci Toscana.

Domenica 30 giugno spazio al teatro con lo spettacolo “Un Gramsci mai visto” di e con Angelo D'Orsi e le musiche dei Vincanto.

Lunedì 1 luglio la giornata si aprirà alle 18 con la presentazione del libro di Lorenzo Iervolino “Trentacinque secondi ancora. Tommie Smith e John Carlos: il sacrificio e la gloria”. A seguire un incontro dedicato alla lotta del popolo curdo dal titolo “Partigiani del confederalismo democratico contro i fascismi, dall'Isis a Erdogan”. Parteciperanno Eddi Marcucci e Jacopo Bindi (combattenti italiani delle milizie curde Ypj e Ypg indagati dalla procura di Torino), Erdal Karabey (Comunità curda toscana) e Alessandro Orsetti (padre di Lorenzo “Orso” Orsetti, morto il 18 marzo scorso in Siria mentre combatteva contro le forze dell'Isis).

Martedì 2 luglio ancora un approfondimento sulla condizione dei palestinesi in Libano dal titolo “Palestinesi di Libano: 70 anni di ingiustizia”. Proiezioni e racconti con alcuni attivisti di ritorno da un viaggio di solidarietà in Libano organizzato da Arci Toscana. Ne parleremo con Carla Cocilova (responsabile internazionali di Arci Toscana) e con un rappresentante dell'associaizone Prima Materia, che ha un progetto di educazione musicale nel campo profughi di Shatila.

Mercoledì 3 luglio alle 18 Simona Baldanzi presenterà il suo nuovo libro “Figlia di una vestaglia blu”. Inoltre verrà presentato il progetto “Officina narrativa” (Potere al Popolo Empolese Valdelsa) e “Officina 24” (lavoratori e delegati Fiom Piaggio). A seguire un incontro in collaborazione con Pap Empolese Valdelsa dal titolo “La rabbia delle periferie”, durante il quale verrà presentato il libro “Popolo chi? Classi popolari, periferie e politica in Italia”. Ne discuteranno i ricercatori autori del libro Carlotta Caciagli, Niccolò Bertuzzi e Lorenzo Cini. Con loro Chiara Salvadori (presidente Arci Empolese Valdelsa), Paolo Grasso (Cgil Empolese Valdelsa) e Leonardo Masi (vicepresidente Settembre Rosso e consigliere comunale Buongiorno Empoli – Fabrica Comune).

Giovedì 4 luglio alle 18 Alberto Zino (psicanalista e scrittore) e i militanti del Collettivo antipsichiatrico di Pisa presentano il libro “Salute mentale: verso una felicità sotto controllo”. Alle 21.30 si parlerà di migrazioni attraverso il confine tra Italia e Francia con la proiezione del docufilm “The Milky Way” lungo la rotta alpina dei migranti. Saranno presenti il regista Luigi D'alife e l'attivista Davide Rostan.

Venerdì 5 luglio serata punk con “Tequila against racism”. Sul palco si esibiranno varie band: Assssa, Neuro, Dirty Bench e Baretto Way, a partire dalle 22.

Sabato 6 luglio ancora musica con la partecipazione speciale di Wanny's King, musicista congolese in arrivo da Goma, e di Blessed Love Sound, soundsystem direttamente da Berlino.

La chiusura di domenica 7 luglio sarà incentrata sul tema del'antirazzismo. Alle 21 verrà presentato il progetto internazionale “Noteingang-Entrata di Sicurezza”, in collaborazione con Arci Empolese Valdelsa ed il centro sociale Esperanza/Schwabisch Gmund di Stoccarda. A seguire “Antidiscrimination”, progetto anch'esso di Arci Empolese Valdelsa e “Officine Cavane”. Dalle 22.30 la Notte dei Tamburi con musiche e danze dall'Africa con i Giguywassa.

Tutte le serate sono ad ingresso gratuito e saranno attivi ristorante, pizzeria e bar (prenotazioni al numero 3396181628).

Fonte: Settembre Rosso



Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

torna a inizio pagina