Informazione pubblicitaria

Cenacolo 12+1, uno spettacolo (e una statua) per celebrare Leonardo a San Miniato

dramma_popolare_cenacolo_12_1_1

edizione 2018

Cenacolo 12+1 arriva sulla scena sacra di San Miniato. Dal 18 al 24 luglio il Dramma Popolare onora la figura di Leonardo da Vinci in occasione delle celebrazioni per il cinquecentenario della morte con lo spettacolo del Teatro del Cielo prodotto da Elsinor in collaborazione con il Teatro di Roma.

Quella del Genio è una personalità complessa attraverso i cui occhi leggere la grande storia. Dodici stazioni di un percorso attraverso le epoche lungo 500 anni: una via crucis compiuta attorno al dipinto più importante della storia dell’arte, vittima delle più grandi e documentate violenze che siano mai state perpetrate su un’opera.

Con un cast composto da cinque attori di Elsinor - Stefano Braschi, Giuditta Mingucci, Stefania Medri, Donato Paternoster e Nicolò Valandro - e otto attori del corso di perfezionamento del Teatro di Roma, il regista Michele Sinisi crea uno spettacolo composto da dodici quadri più uno: dodici racconti legati ciascuno ad un aspetto storico, artistico o più semplicemente aneddotico riguardante il celebre Cenacolo leonardiano.

Una statua di Leonardo ad accogliere i visitatori

In omaggio a Leonardo celebrato dal Dramma Popolare è arrivata a San Miniato in Piazza del Seminario, la copia della celebre scultura di Luigi Pampaloni raffigurante il genio vinciano, conservata in una delle nicchie del Loggiato degli Uffizi e riprodotta dall’azienda carrarese TorArt, leader a livello internazionale nell’utilizzo innovativo di robot utilizzati per l’industria e riprogrammati per la scultura, un laboratorio artistico unico nel suo genere. Anche il National Geographic ha voluto documentare tutto il processo di lavorazione all’interno del numero del mese di maggio. La Festa del Teatro di San Miniato è sostenuta in modo determinante dalla Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, Crédit Agricole Italia e Tecnoambiente SpA.

dramma_popolare_cenacolo_12_1_2

edizione 2018

Cenacolo 12 + 1, lo spettacolo

Come si muove lo spettacolo? Dalla prima cena dei frati in refettorio di fronte all’affresco appena ultimato, all’arrivo delle truppe napoleoniche che usano le facce degli apostoli come bersagli per ammazzare il tempo, per poi passare ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e ai successivi restauri, lo spettacolo ricrea un viaggio nella storia, facendo rivivere personaggi sia reali che immaginari.

Sullo sfondo, protagonista assoluto, c’è il Cenacolo, dipinto su una parete non come un affresco ma come una pittura su tavola, impreparato quindi a far fronte alla rovina del tempo. Che fosse sua intenzione o no, Leonardo ha lavorato all’ultima cena a quattro mani con umidità, bombe e, non ultima, ignoranza umana. Per questo sulla scena compariranno anche quelle forze coautrici dell’opera come la vediamo oggi: pioggia, vento, frane, esplosioni, sfregi.

Ma anche sacchi di sabbia e materassi, preziose forze conservative che hanno salvato l’opera, proteggendola dal deterioramento. L’ultima stazione di questo viaggio è dedicata alla quotidiana umanità di una figura diventata leggendaria. Ed è proprio questo suo essere umano, troppo umano a rendere la produzione artistica di Leonardo immensa.

Perché il Dramma ha scelto di confrontarsi con la figura di Leonardo?

"L’Istituto, impegnato dal 1947 a portare sulla scena testi teatrali inediti su figure significative o su problematiche che investano l’uomo di ogni tempo - dice il presidente Marzio Gabbanini - chiamandolo a porsi interrogativi di fondo ineludibili sulla sua collocazione nell’universo, sul proprio destino, sul modo in cui progettare il proprio futuro, trova quest’anno in Leonardo da Vinci, a cinquecento anni dalla morte, motivo di riflessione, di produzione drammaturgica per delineare non solo le qualità del genio, l’inesauribile vastità dei suoi interessi conoscitivi, artistici, tecnologici, ma anche le complesse dinamiche del periodo rinascimentale con i risvolti che queste comportano anche nella contemporaneità".

Leonardo da Vinci è il filo conduttore di tutta la Festa del Teatro che ha preso il via il 21 giugno, a Vinci, con una prima nazionale realizzata da Da Vinci Art Project e Centro Cinema Taviani. In scena "Nella mente del Genio": spettacolo che unisce musica, cinema e recitazione. Sullo sfondo le immagini del grande sogno dell'uomo di volare e dei frammenti di pellicola che videro anche i Taviani confrontarsi con la figura del Genio: il pianoforte farà da trait-d’union con il monologo del 29enne Josè Dammert, uno dei volti più noti del teatro peruviano (conosciuto anche in Italia per alcune pellicole al cinema) che interpreterà un testo inedito sul Leonardo di Humberto Robles.

dramma_popolare_cenacolo_12_1_3

edizione 2018

Il resto del programma

Il 27 e 28 giugno, nel giardino della Misericordia di San Miniato, è andato in scena lo spettacolo "Preghiera per Cernobyl" per la regia di Massimo Luconi con Mascia Musy e Francesco Argirò. Anche questo spettacolo è in prima assoluta e coprodotto da Festival di Radicondoli e Dramma Popolare. Stessa location il 4 luglio per "Effetto Farfalla" di Chiara Boscaro e Marco Di Stefano. “Raro cade chi ben cammina” - In viaggio con Leonardo, andrà in scena l'8 luglio alle 21,30 nell'Anfiteatro della Misericordia di San Miniato Basso. "Il funambolo della luce - (Nikola Tesla, ovvero l’uomo che illuminò il mondo) di e con Ciro Masella sarà il 12 luglio alle 21,30 nel giardino della Misericordia di San Miniato.

CENACOLO
12+1

drammaturgia Francesco M. Asselta e Michele Sinisi
regia Michele Sinisi
con Stefano Braschi, Giuditta Mingucci, Stefania Medri, Donato Paternoster, Nicolò Valandro e 8 attori del corso di perfezionamento del Teatro Di Roma
scene Federico Biancalani
costumi G.d.F. Studio
disegno luci e direzione tecnica Rossano Siragusano
aiuto regia Nicolò Valandro

Produzione Elsinor Centro di Produzione Teatrale per Istituto Dramma Popolare di San Miniato
In collaborazione con Teatro di Roma

dramma_popolare_logo_lug19

Fondazione Istituto Dramma Popolare San Miniato
Piazza della Repubblica, 13  San Miniato PI

info e prenotazioni
0571.400955
0571.418289

www.drammapopolare.it - Facebook

torna a inizio pagina